Connect with us

Gossip

Michelle Hunziker e la ciccia post partum, Selvaggia Lucarelli non ci sta: lo sfogo

Selvaggia Lucarelli contro Michelle Hunziker per la 'bella ciccetta'Selvaggia Lucarelli contro Michelle Hunziker: lo sfogo su Facebook sulla questione ciccia post partum

Selvaggia Lucarelli contro Michelle Hunziker. Nessun attacco virulento però, niente invettive o accuse, ma solo un punto di vista diverso espresso in maniera argomentativa. La penna de Il Fatto Quotidiano è una tipa arguta, dal pensiero vivace e a cui non sfugge nulla, lo sappiamo bene. Con il post che ha pubblicato oggi sulla sua pagina Facebook ce ne ha dato un’ulteriore conferma. Ecco i fatti: un paio di giorni fa Michelle ha postato sui Instagram una foto di lei dopo l’ultimo parto. Lo scatto, che la ritrae mentre allatta la piccola Sole, aveva un significato ben preciso: esortare le neo mamme a non essere tristi per le modelle taglia 38 che vedono al mare. In sintesi: non pensino ai chili di troppo, per rimettersi in forma c’è tempo dopo la gravidanza. Il problema sorge sulla questione taglia e sul termine ‘bella ciccetta’ con cui la conduttrice ha etichettato quel girovita. Un messaggio davvero diseducativo, secondo la Lucarelli. Ecco perché.

Selvaggia Vs Michelle: la questione della ‘bella ciccetta’ che divide

Qualche ora fa la Lucarelli ha scritto un brillante post su Facebook in cui ha polemizzato con la Hunziker. Motivo della contesa? L’appello alle neo-mamme che Michelle ha fatto un paio di giorni fa in cui le ha esortate a non aver paura del girovita dopo il parto. Etichettare come “bella ciccetta” il suo girovita alla giornalista non è andato affatto giù. Il motivo è semplice: in quell’immagine, la conduttrice è in splendida forma, altro che ciccia. “Quello strato di carne lì è quello che divide ogni donna dalle sue ossa. Dopo il parto eri bella ed eri in forma. Magari non secondo i tuoi parametri, ma secondo i parametri di chi vede questa foto sì”, ha affermato la blogger e giudice di Ballando con le Stelle. 

Lucarelli: “Chiamare ciccia la normalità può diventare qualcosa per cui valga la pena mettersi a dieta”

Insomma, definire ‘ciccia’ quella forma sarebbe diseducativo.  “Se vuoi solidarizzare e lanciare messaggi positivi sei la benvenuta, ma bisogna che ci capiamo sul concetto di ciccia. Perché se chiami ciccia la normalità, ho paura che la normalità diventi qualcosa per cui valga la pena mettersi a dieta”, ha aggiunto la firma di punta del quotidiano diretto da Marco Travaglio. L’opinione della giornalista è alquanto condivisibile, a nostro avviso. È apprezzabile il tentativo di Michelle di veicolare messaggi corretti. Tuttavia, pensando a quanta gente soffra di disordini alimentari, è bene chiarire che la normalità non è di certo la tanto agognata taglia 38!

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top