Connect with us

Scelti per voi

Seconda serata Sanremo, le canzoni: le pagelle live

Sanremo 2017 live bloggingFestival di Sanremo, i big della seconda serata: le pagelle del web

Si chiude anche la seconda serata del Festival di Sanremo. Tre nuove eliminazioni, momentanee: Nesli e Alice Paba, Bianca Atzei, Raige e Giulia Luzi. Li rivedremo comunque per un possibile ripescaggio… ma diciamolo, le cover potevano fargliele cantare comunque! Purtroppo domani dovremo rinunciare anche a: Ma il cielo è sempre più blu, Con il nastro rosa, C’era un ragazzo.

Raige e Giulia Luzi, Togliamoci la voglia: 6 – –

Seconda coppia in gara. Sono loro a chiudere la gara dei big. Al popolo del web, però, non sono piaciuti: “Sono la versione 2.0 e mal vestita dei Jalisse“. I giovanissimi non hanno convinto. Le coppie solitamente sono molto amate, ma loro proprio non hanno colpito. Al momento è una sufficienza molto scarsa.

Chiara, Nessun posto è casa mia: 7

La casa cantata da Chiara è come la mamma cantata da Gigi D’Alessio, tutti ci riconosciamo in questa canzone. Nessun posto sarà mai come casa nostra. La voce è sempre perfetta e non ha bisogno dell’intera orchestra che suoni per farsi sentire, basta un pianoforte. La canzone però non è molto sanremese. Il pubblico la ama, ma arriverà in vetta alla classifica? Vedremo. Il look, invece, divide.

Michele Zarrillo, Mani nelle mani: 6

Viene apprezzato il coraggio di affrontare la gara, cosa che evitano molti suoi colleghi, ma la canzone proprio non c’è. Zarrillo per tutti è legato alla sua “Cinque giorni” e purtroppo Mani nelle mani non è all’altezza dei suoi passati successi. Sicuramente riascoltandola sapremo apprezzarla maggiormente. Al momento ci fermiamo a 6 (il look fa media).

Francesco Gabbani, Occidentali’s Karma: 9

Era attesissimo, soprattutto per la presenza della scimmia. Molti avevano immaginato qualcuno in costume, così è stato. Al Festival dopo Ricky Martin a farci ballare è Francesco Gabbani. Il pubblico di Sanremo applaude e da casa cinguettano commenti di approvazione. Gabbani è riuscito a coinvolgere anche l’orchestra: Alè! Il maglioncino arancione non è piaciuto molto, ma nell’insieme poteva andare bene. Tanti lo vedono già pronto per l’Eurovision. Cosa dire… “Comunque vada panta rei“.

Paola Turci, Fatti bella per te: 8

Finalmente si alza il livello delle canzoni della seconda serata. La canzone piace soprattutto alle donne. Dopotutto quello di Paola Turci è un inno al genere femminile. Conquista tutti al primo ascolto. Bello il testo e bello il ritmo. Look promosso all’unanimità! Un total black, senza strafare è riuscita ad essere perfetta.

Michele Bravi, Diario degli errori: 8,5 sul web, ma 5,5 per essere onesti

Il #TeamBravi si è scatenato. Non mancano i fan al ragazzo e questo andrà sicuramente a suo favore. Voce pulita e nessuna sbavatura. Il web lo adora. Michele Bravi ha letteralmente conquistato il pubblico a casa. Tutti hanno i brividi. Ma onestamente non capiamo cosa possa causare i tremori a chi lo osanna su Twitter. Look non pervenuto nei commenti.

Gigi D’Alessio, La prima stella: 5

La mamma è sempre la mamma e quando nelle canzoni si parla di lei un po’ tutti si ritrovano. Gigi D’Alessio parla con la madre che non c’è più. Il cantante non ha molta popolarità su twitter, gli attacchi in alcuni casi sono davvero feroci. Ma Gigi è un po’ come il Festival… nessuno lo guarda, nessuno lo ascolta… ma continua a vendere dischi. È un 5, ma tanto venderà lo stesso.

Sergio Silvestre, Con te: 5,5

La voce c’è. Quella non gli manca di certo. Tutti commentano le doti vocali, ma della canzone non si dice quasi nulla. Nel caso voteranno la canzone o il personaggio? Sul look proprio non ci siamo “Sergio Silvestre questa sera veste Frida Kahlo?“.

Nesli e Alice Paba, Do retta a te: 5,5

Prima coppia in gara. Giovanissimi. La rima tra tu, più e blu… forse si poteva fare di meglio. Quando cantano singolarmente piacciono, in coppia non arrivano. La giacca di Nesli bocciata da tutti. Non è un 6 pieno, ma i duetti hanno sempre buona possibilità di salire sul podio.

Marco Masini, Spostato di un secondo: 6

Masini ci ha messo grinta e in tanti se ne sono accorti. Ma il popolo del web si aspettava le emozioni de L’uomo volante. Qualcuno è rimasto deluso. Forse è necessario sentirla almeno una seconda volta. Il look? La barba non convince, un look definito troppo hipster. Prende la sufficienza, ma con riserva.

Bianca Atzei, Ora esisti solo tu: 6

Non serve trovare conferma sui social. Chi è? Cosa fa nella vita quando non partecipa a Sanremo? Sul web se lo chiedono anche quest’anno. La voce piace, non ci sono sbavature. La canzone è scritta da Kekko dei Modà, ma non arriva. Il look ha lasciato perplessi, ma almeno questa sera l’uso (l’abuso) del blush sembra essere migliorato.

Inizio col botto. La prima puntata del Festival di Sanremo ha superato lo share del 50%. Sarà la presenza di Maria De Filippi? Sarà Carlo Conti? No, semplicemente “Perché Sanremo è Sanremo“. È l’evento musicale dell’anno. Sugli altri canali non c’è molto da vedere, ma in fondo chi vuole sfidare il Festival della canzone italiana entrato nel cuore degli italiani ancor prima che arrivasse la televisione nelle case? Nulla da aggiungere. Sanremo si guarda perché va guardato, anche solo per criticare gli abiti o lamentarsi del canone Rai. Se ai mondiali si trasformano tutti in CT della nazionale, a Sanremo sono tutti esperti di musica e di stile. Tutti odiano Sanremo? In fondo tutti lo amano, ma non lo ammetteranno mai. Anche durante la seconda serata del Festival seguiremo i vostri commenti sui social e faremo le pagelle sintetizzando il vostro giudizio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Scelti per voi

Post Popolari

Scelti per voi

To Top