Connect with us

Televisione

SARAH SCAZZI/ SENTENZA: udienza rinviata al 20 novembre, in gioco dei quaderni di Misseri

sarah scazzi sabrina misseri cosima misseriSARAH SCAZZI ATTESA PER LA SENTENZA – IN GIOCO I QUADERNI DI MICHELE MISSERI – Prosegue il processo a Cosima Serrano e Sabrina Misseri per l’omicidio della piccola Sarah Scazzi e ci si chiede quando ci sarà la sentenza. La prossima udienza è infatti slittata al 20 novembre perchè è stato chiesto il rinvio da parte dell’avvocato  due imputate, Franco Coppi. In gioco ci sarebbero i quaderni che Michele Misseri avrebbe scritto in questo periodo, ben quattro, e che conterrebbero il racconto dettagliato di tutto quello che è successo quel maledetto agosto del 2010, quando Sarah è morta. La Corte di Assise di Taranto ha accettato il rinvio per dare il tempo alla Procura di prendere visione degli atti emersi nel processo. Ancora una volta è Michele Misseri ad avere un ruolo chiave nella vicenda, l’uomo che al momento è accusato solo di soppressione di cadavere ma che (all’epoca dei fatti) aveva ripetutamente confessato l’omicidio e poi ritrattato (ci sono ben sette versioni), coinvolgendo moglie e figlia.

SARAH SCAZZI LA MAMMA CONCETTA SERRANO CHIEDE GIUSTIZIA – La madre di Sarah Scazzi, ai microfoni del Tgcom 24 ha dichiarato di essere molto in ansia per il processo. Di vivere con grande apprensione questo momento. La donna è fermamente convinta che le assassine della figlia siano sua sorella Cosima e sua nipote Sabrina: non crede alla versione di Michele Misseri, che ribadisce di essere stato l’unico autore dell’omicidio. Ma ripercorriamo un attimo la vicenda andando indietro nel tempo a quel 26 agosto del 2010 quando la quidicenne scompare mentre si reca a casa della zia Cosima, per andare al mare con sua cugina Sabrina ed un’altra amica. Per quaranta giorni non si sa nulla, poi l’allora avvocato della madre Walter Biscotti e Concetta Serrano apprendono in diretta tv (erano ospiti a Chi l’ha Visto) che Michele Misseri aveva confessato l’omicidio. L’uomo conduce gli inquirenti nel luogo in cui era stato seppellito il corpo dice di aver ucciso per un raptus. Poi, da quel momento inizia a dare una serie di versioni contrastanti in una delle quali accusa sua figlia Sabrina.

SARAH SCAZZI ATTESA PER LA SENTENZA – COSIMA E SABRINA LE ASSASSINE? I quaderni di Michele Misseri in gioco nella prossima udienza del processo (che ci sarà il 20 novembre) sono dei veri e propri memoriali che l’uomo ha chiesto siano utilizzati in difesa di sua moglie e di sua figlia. Lo zio di Sarah Scazzi si accusa di essere l’unico autore del delitto e scagiona le due imputate. In tutto questo rimane la tristezza e lo sconforto per la morte della piccola Sarah uccisa barbaramente a soli quindici anni: riuscirà ad ottenere giustizia?

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top