Connect with us

Televisione

Sangue Caldo – Riassunto 6° ed ultima puntata del 14 ottobre 2011

Antonia Rosi (Manuela Arcuri) si è sposata con Uberto Cipriani (Mirko Petrini). Enea Pinin (Francesco Testi) e Sergio Rosi (Raniero Monaco di Lapio) continuano a lavorare per Vito Cirasola (Luigi Burruano). Antonia, nonostante il suo matrimonio di facciata, continua a pensare all’avvocato Manuele Signori (Giulio Maria Berruti). Sergio invece ha un appuntamento con il fantomatico Lagerback, che potrebbe aiutarlo a trovare Gianni Fontana (Bruno Eyon), ma l’uomo non si presenta.

Manuele è diventato il marito di Valentina Valadier (Nathalie Rapti Gomez), ma non riesce a dimenticare Antonia. Enea è ormai l’ombra di se stesso, divorato dalla voglia irrefrenabile di drogarsi, mentre Sergio deve recarsi a Lugano per l’incontro con Lagerback, promettendo però ad Enea che lo aiuterà a guarire quando ritornerà. Intanto, Manuele s’incontra con Antonia dicendole che suo fratello Sergio è nei guai, accusato di aver assassinato un uomo della “cricca” di Cirasola, mentre Sergio ha scoperto un’amara verità: Lagerback altri non è che Gianni Fontana, che lo uccide a sangue freddo, sparandogli alla testa.

Più tardi, venuto a conoscenza della tremenda notizia, Enea rinsavisce completamente, desiderando soltanto di poter punire colui che ha incastrato il suo amato “fratello”. Infatti, nutrendo già qualche dubbio su chi può essere stato, il giovane riesce con un abile stratagemma ad estorcere una confessione a Bellafaccia (Brando Giorgi), contribuendo all’arresto suo e del boss Vito Cirasola. I mafiosi però, godranno di particolari attenuanti, se decideranno di collaborare con la polizia per la cattura di Fontana.

In seguito, Antonia cede nuovamente alla passione facendo l’amore con Manuele, che per altro era già stato lasciato da Valentina, stanca di stare accanto ad un uomo che non l’amava. Uberto, amico di Manuele, insoddisfatto della sua vita sregolata e delle bugie, decide di raccontargli tutta la verità: il bambino che aspetta Valentina è suo. Antonia ed Enea sanno qual’è la debolezza di Fontana, la sua scelta privata, e tramite un travestito cercheranno di vendicarsi di lui, prima dell’arrivo della polizia. Difatti, presso l’hotel dove alloggia Fontana, Antonia ed Enea tengono l’uomo in ostaggio, picchiandolo e ammanettandolo al letto.

I due gli puntano addosso una pistola, mentre Manuele intuito il piano della ragazza, è fuori dalla stanza gridando disperatamente il suo nome. Antonia, incapace di essere un’assassina, lascia l’arma in mano ad Enea e corre incontro al suo amore. Pochi istanti dopo riecheggia uno sparo, ed Enea viene arrestato e condannato a venticinque anni di reclusione. Passano due anni ed esce per due giorni per buona condotta. Fuori dal carcere, rivede Antonia su un’automobile rossa fiammante, si abbracciano, poi lui si siede al posto di guida e scappa.

Antonia prova a chiamarlo ma invano, incontrando poi Manuele che le dice di amarla e che non può vivere senza di lei. Antonia gli sorride e lo bacia appassionatamente. L’ultima puntata di questa straordinaria fiction, si conclude con Enea che in possesso della chiave della cassetta della banca, va ad aprirla senza farci vedere se il denaro c’era o meno.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top