Connect with us

Televisione

Sangue Caldo – Riassunto 2° puntata del 16 settembre 2011

Anna Rosi (Asia Argento) prigioniera del marito, è legata al letto, ma riesce a liberarsi telefonando all’amica Loretta Pinin (Valeria Milillo). La donna deve portare Antonia e Sergio lontano, e le ricorda che il loro futuro è nel medaglione. Subito dopo, mentre Loretta sveglia i bambini, Anna colpisce più volte con un rasoio, Riccardo Bossi (Sergio Arcuri), il compagno di Gianni Fontana (Bruno Eyon), ma lui prima di morire, riesce a spararle ferendola a una spalla. In seguito Fontana ritorna, e scoperto il corpo senza vita del suo amato, spara più volte ad Anna, uccidendola prima che lei riesca a scappare.

Intanto, per qualche giorno, Loretta e i bambini vanno da Cìa Cìa (Elena Russo), un’altra amica prostituta. Fontana ha chiamato la polizia, raccontando che Riccardo e Anna si sono assassinati fra di loro, e che erano amanti. All’oscuro di tutto, Loretta telefona ad Anna per sapere come sta, e perché Antonia ha chiesto notizie della madre. Quando vengono a sapere, proprio dalla voce di Fontana, che Anna è morta, ne rimangono profondamente sconvolte. Appena la polizia toglie il disturbo, Gianni prende le chiavi della macchina e parte alla ricerca dei fratelli Rosi.

Nel frattempo, Bellafaccia (Brando Giorgi) e il boss Vito Cirasola (Luigi Burruano), sono sulle tracce di Fontana, e attraverso il fidanzato di Cìa Cìa, scoprono che Loretta e i bambini sono diretti a Lugano, per prendere il denaro. Il boss decide di vendicarsi di Fontana, impossessandosi dei soldi e rapendo i bambini. Il commissario Mauro Malaspina (Vincent Spano) indaga su Riccardo, trovando poi la pistola che ha ucciso Arturo La Paglia (Gabriel Garko). Antonia e Sergio, intuendo di essere in grave pericolo, riescono a scappare dalle grinfie dei malavitosi.

Poche ore dopo però, vengono riaccompagnati da Fontana. Antonia ha la febbre, mentre Sergio è testimone di una conversazione tra Gianni e Bellafaccia, che gli chiede senza possibilità di replica tre milioni di lire. La mattina successiva, per ottenere al più presto la somma dovuta, Fontana vende Sergio agli zingari, mentre Antonia torna al collegio, dove però non la vuole vedere più nessuno perché figlia di una prostituta. La ragazzina è distrutta, non può credere che sua madre l’abbia tradita, nascondendole una verità così terribile.

Malaspina, circa la spiacevole fine di Anna, la rapina in banca e la morte di La Paglia, inizia a sospettare fortemente di Fontana, poi in seguito effettua un’incursione in casa dell’uomo salvando Antonia. Più tardi, Gianni prende in ostaggio Cìa Cìa che lo porta da Loretta. L’uomo minaccia di uccidere Cìa Cìa, se Loretta non gli dirà la combinazione del conto in Svizzera. La donna è in preda al panico, non sa cosa fare, ma per fortuna c’è suo figlio Enea, che sferra una sonora bastonata a Gianni, tramortendolo. Loretta allora avverte Malaspina e glielo consegna personalmente.

Fontana è finalmente arrestato per tutti i suoi crimini, mentre la moglie di Malaspina restituisce ad Antonia il medaglione di Anna, che la giovane aveva perso. Il tempo passa e i ragazzi sono ormai cresciuti. Antonia Rosi (Manuela Arcuri) esce da un istituto diventando una brava ricamatrice, Sergio (Raniero Monaco di Lapio) diventa un abile ladro, ed Enea (Francesco Testi) un pugile piuttosto bravo.

La puntata si conclude con Antonia e Sergio che desiderano ritrovarsi, con Antonia che fa la conoscenza di Manuele Signori (Giulio Berruti), un avvocato che incontra in tribunale, mentre sta per essere emessa la sentenza su Fontana, e con Gianni che viene trasferito nello stesso braccio di uno dei rapinatori soci di La Paglia. Costui saprà sicuramente come vendicarsi, di chi li ha lasciati soli in balìa della polizia.

Al prossimo appuntamento, ore 21.20, Canale 5

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top