Connect with us

Gossip

Rudy Zerbi shock: il doloroso racconto del prof di Amici

Rudy-zerbiRudy Zerbi commuove: il racconto shock del professore di Amici

Gli amanti della tv lo conoscono come giudice di Italia’s Got Talent e di Tu Si Que Vales, ma anche come professore di Amici, quelli della musica lo conoscono soprattutto per l’essere stato il presidente della divisione Sony Music Italia e per la conduzione di una striscia mattutina nel weekend su Radio Deejay; ma Rudy Zerbi è prima di tutto un padre presente e amorevole. La sua è però una vita, dal punto di vista privato, molto complessa: chi non conosce la vicenda della scoperta del suo noto padre biologico – Davide Mengacci – conosciuto a soli 33 anni? Non è però l’unico dettaglio doloroso della sua vita: un altro riguarda il suo quarto figlio, il piccolo Leo di 10 mesi, e a raccontarlo è lui stesso nel corso di un’intervista a Vanity Fair.

Rudy Zerbi si racconta: “Stavano morendo sia Maria sia Leo”

“Al settimo mese di gravidanza la mia compagna, Maria, ha avuto un distacco totale della placenta mentre era a casa da sola. Io ero in studio, con il telefono staccato. Gli assistenti hanno cominciato a farmi cenno di uscire, ma io dicevo: un attimo, abbiamo quasi finito. È dovuto venire il produttore a prendermi per un braccio. Quando sono arrivato all’ospedale le infermiere piangevano: stavano morendo sia Maria sia Leo“. Inizia così il racconto doloroso di Rudy Zerbi al noto settimanale, che continua svelando come in quei momenti difficili e di terrore di perdere due persone così importanti ci si rende conto di quali siano le cose davvero importanti. “Leo è stato in pericolo di vita, è sembrato migliorare, ma poi di nuovo ci hanno tolto la speranza. Maria stava al Casilino tutto il giorno, io facevo avanti e indietro, 90 chilometri al giorno in Vespa sul Raccordo. Guidavo e piangevo. Poi, arrivavo a casa, sulle scale mi asciugavo le lacrime perché sapevo che dietro la porta anche Maria stava piangendo”.

Rudy Zerby: la decisione dopo il rischio vissuto dal figlio Leo

Per fortuna adesso Leo si è ripreso e sta bene, ed è proprio per il miracolo compiuto dall’ospedale che li ha avuti in cura e per l’importanza di questi professionisti che Rudy ha deciso di dare il suo contributo con un’operazione benefica che cerca allo stesso tempo di migliorare la nomea dei social network: “Ho scelto 20 di questi tweet, li ho fatti stampare su magliette, le ho chiamate My T-weet e il ricavato della loro vendita andrà all’Ospedale Casilino di Roma“.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top