Connect with us

Televisione

Rosy Abate, la storia: 5 curiosità sul personaggio fiction

Chi è Rosy Abate? La storia

Da Domenica 12 Novembre andrà in onda su Canale 5 Rosy Abate – La serie. Protagonista è l’attrice Giulia Michelini che torna a vestire i panni della regina di Palermo. Ma chi è Rosy Abate? Tutto comincia nella prima stagione di Squadra Antimafia, quando la piccola Rosy viene salvata dalla poliziotta Claudia Mares (Simona Cavallari) durante un attentato mafioso in cui persero la vita i genitori. Claudia e Rosy diventano amiche e continuano a sentirsi anche quando l’Abate si trasferisce in America. Tornata a Palermo, però, le cose cambiano. Vito e Carmine, i fratelli di Rosy, vengono uccisi dalla polizia e l’Abate comincia a vedere Claudia come la donna che le ha tolto la famiglia. Inizia così l’ascesa di Rosy nella vita mafiosa, sfida i più grandi esponenti della malavita siciliana arrivando ad essere la donna più temuta del Sud. Nella terza stagione Rosy ha un figlio, Leonardo, da Ivan Di Meo (Claudio Gioè), vicequestore aggiunto di cui è innamorata Claudia Mares. Quest’ultima, però, nella quarta stagione perde la vita a causa di una bomba che doveva colpire Rosy. L’Abate, presa dai sensi di colpa, decide di collaborare con il vicequestore Domenico Calcaterra (Marco Bocci) con cui intraprende una relazione. Nel frattempo i suoi nemici decidono di ferirla uccidendole il figlio. Ha quindi inizio il declino di Rosy che, non avendo mai superato il lutto, decide di chiudersi in convento. Successivamente mette in scena la sua morte per poter finalmente farsi una nuova vita.

5 curiosità su Rosy Abate

1. La regina di Palermo. Il personaggio di Rosy Abate è fittizio, la sua storia infatti non è ispirata ad alcun personaggio realmente esistito. Viene soprannominata regina di Palermo a causa della sua importante ascesa nella mafia siciliana. Nonostante la famiglia di Rosy sia sempre stata tra i più importanti esponenti della mafia, la ragazza non ha mai saputo niente degli affari di famiglia ed è sempre stata contraria alla malavita. Il suo sogno era quello di vivere una vita felice in America con il marito. Tutto cambia, però, quando a Palermo vengono uccisi tutti gli uomini della sua vita e decide quindi di vendicarsi e acquisire sempre più potere.

2. Gli amori di Rosy. Nel corso della sua vita Rosy ha avuto diverse relazioni. Dopo aver perso il marito Salvatore, Rosy si è innamora del vicequestore Ivan Di Meo da cui ha un figlio, Leonardo. Successivamente ha una storia con il narcotrafficante Vincent Truebla (Sergio Muniz) che però uccide dopo aver scoperto la trappola ai suoi danni. Incontra, poi, Vito Portanova (Giuseppe Zeno) di cui si innamora e che perde la vita per salvare Rosy. Dopo aver avuto una notte di passione con Dante Mezzanotte (Andrea Sartoretti), marito della cugina Ilaria (Serena Iansiti), Rosy perde la testa per Domenico Calcaterra con cui intraprende un’appassionante storia d’amore. Dopo essere scappati insieme, però, le loro strade si dividono.

3. Il figlio Leonardo. Nella terza stagione di Squadra Antimafia Rosy ha un figlio, Leonardo, avuto da Ivan Di Meo. Il piccolo entra subito nel mirino dei nemici della madre Rosy, per questo l’Abate decide di collaborare con la polizia affinché suo figlio possa essere al sicuro. Tuttavia Nella quinta stagione Leonardino viene ucciso dallo spietato Achille Ferro (Francesco Montanari) con la collaborazione di Veronica Colombo (Valentina Carnelutti). A darle la notizia dell’uccisione del figlio è proprio Domenico Calcaterra che non può fare altro che accogliere tutto il suo disperato dolore.

Rosy Abate: la nuova vita

4. Il declino. Dopo aver perso il figlio, Rosy impazzisce completamente. Rinchiusa in una clinica psichiatrica l’Abate pensa più volte di togliersi la vita. A mantenerla in vita, però, è il suo desiderio di vendetta nei confronti di Veronica Colombo. Dopo essere scappata con l’aiuto di Dante Mezzanotte, Rosy affronta Veronica, intende ucciderla, ma viene fermata da Calcaterra. Ormai senza voglia di andare avanti, Rosy decide di tornare in clinica, ma mesi dopo mesi dimentica sempre di più il suo passato. Filippo De Silva (Paolo Pierobon), ex agente dei servizi segreti, decide di farle tornare la memoria per ricavarne informazioni importanti. La donna ricorda tutto su suo figlio Leonardo, si riavvicina a Calcaterra e viene chiusa in un bunker per protezione. Provata dal tanto dolore subito, Rosy decide di prendere i voti e diventare suora, ignara del fatto che Domenica voglia fermarla perché innamorato di lei.

5. La finta morte. Dopo essere diventata suora Rosy viene a sapere che Calcaterra è in pericolo e che si trova in un ospedale psichiatrico. L’Abate decide quindi di farlo scappare e insieme si rifugiano in Sud America. Nell’ottava stagione di Squadra Antimafia, però, Rosy Abate mette in scena la sua morte per poter vivere una nuova vita con un’altra identità nel Nord Italia. Ecco così che nasce Rosy Abate – La serie.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top