Connect with us

Gossip

Raffaella Fico fa valere i diritti di Pia: Mario Balotelli costretto a riconoscere la figlia

raffaella-fico-pia-novità

FOTO TWITTER

RAFFAELLA FICO DIMOSTRERA’ CHE PIA E’ FIGLIA DI BALOTELLI – L’intervista che sabato pomeriggio Raffaella Fico ha rilasciato a Silvia Toffanin nel salotto di Verissimo è stata come lanciare una bomba nel panorama del gossip. La bellissima Raffaella, apparsa in splendida forma dopo il parto di Pia, avvenuto circa tre mesi fa a Napoli, è tornata a parlare di Mario Balotelli e della vicenda legata alla paternità della bambina che, ricordiamo, è stata registrata con il cognome “Fico“. La Toffanin, incredula e con aria consolatrice, ha rivolto della domande all’ex gieffina volte a saperne di più circa l’attuale situazione con Mario Balotelli  e sulle eventuali novità legate alla faccenda del test del Dna a cui Raffaella ha fatto più volte riferimento in passato. Partendo con ordine, la Fico è sembrata una mamma raggiante e soddisfatta della sua nuova vita e non ha nascosto quanto Pia sia di bocca buona: “Sono serena, sto bene, sono contenta per mia figlia, mangia tantissimo, il mio latte non le basta e le devo dare l’aggiunta. Cresce tantissimo“.

RAFFAELLA FICO UMILIATA DA BALOTELLI  – Dunque, malgrado tutti i problemi che al momento vedono coinvolta Raffaella, per fortuna la salute della figlia, non è tra questi. Ma veniamo all’argomento più scottante dell’intervista con l’ex gieffina che non crede che sia stato lo stesso Mario a decidere di abbandonare lei e sua figlia: “Con Mario non so cosa sia successo davvero, credo che si siano intromesse altre persone, sicuramente anche i genitori adottivi. Li posso capire, ma quella lettera mi ha umiliato come donna e come mamma”- ha detto Raffaella facendo un velato riferimento anche al suo agente Mino Raiola che, più volte, ha accusato di aver condizionato Balotelli in merito a questa faccenda. SuperMario è un ragazzo che, sulla sua pelle, ha vissuto l’abbandono e il sentirsi rifiutato e, quindi, Raffaella difficilmente crede che la sua volontà di rimanere estraneo a Pia sia farina del suo sacco, ma dettata da indicazioni, per così dire, impartite dall’esterno. Per tre mesi, la Fico è rimasta in attesa di una chiamata da parte di Mario, di una telefonata che, in realtà, non è mai arrivata ma, adesso, è tempo di procedere con la promessa che già tempo fa, fece al settimanale Chi: la richiesta del test del Dna.

BALOTELLI COSTRETTO A RICONOSCERE PIA – A dire il vero, era stato Mario, all’inizio di tutta questa storia, attraverso uno dei suoi tanti comunicati stampa a richiedere il test ma, poi, dopo la nascita di Pia, forse per paura del risultato, ha sempre sorvolato sulla faccenda sparendo completamente dalla vita di Raffaella e di Pia. “Anche se la richiesta del test del dna è stata irrispettosa, io lo voglio fare, ma dopo il comunicato stampa, Mario non me lo ha mai chiestoMario non ha mai visto sua figlia, come donna mi sono arrabbiata molto, però se il test fosse servito per la coppia l’avrei fatto, ma lui non mi ha chiamato. Chiamami, mia figlia ha tre mesi, io farò il test del dna e lo renderò pubblico”- ha rivelato Raffaella stanca di essere umiliata e di sentirsi dire che ha fatto di tutto per incastrare Mario. La Fico è decisa a dare battaglia a Balotelli per vedere riconosciuti i diritti di Pia: se il test darà l’esito positivo, Mario non potrà più fare finta nulla ma sarà costretto a riconoscere legalmente la figlia come è giusto che sia!

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top