Gossip e TV
Menu

Quarto Grado, Elena Ceste: parla l’uomo accusato dal marito

Postato in : Attualita', Scelti per voi

Elena Ceste Michele Buonincorti 370x261 Quarto Grado, Elena Ceste: parla luomo accusato dal marito immgineQuarto Grado: novità sulla sparizione di Elena Ceste

Poco tempo fa abbiamo parlato di Elena Ceste, la giovane mamma di 37 anni scomparsa il 24 Gennaio da Castiglione D’Asti, e proprio stasera il caso è stato trattato dalla trasmissione televisiva Quarto Grado. Il conduttore mostra nuovamente le immagini dell’intervista al marito Michele Buonincorti, in cui si nota un uomo sconvolto e molto confuso. Il criminologo Massimo Picozzi fa notare l’importanza di un’analisi profonda dei comportamenti del marito di Elena, per riuscire a comprendere se la sua confusione sia dovuta all’agitazione per la scomparsa della moglie o ad un’eventuale colpevolezza. Il marito di Elena Ceste ha raccontato di aver trovato dei messaggi sul cellulare di sua moglie da parte di un uomo che conoscevano entrambi, e questa sera per la prima volta quest’uomo ha deciso di scrivere una lettera direttamente a Quarto Grado. L’uomo accusato dal marito di Elena è un amico della donna, ed attraverso le sue parole racconta che tra loro c’era una conoscenza superficiale ma ricca di affetto e stima reciproca.

Elena Ceste: Quarto Grado riceve una lettera dell’uomo accusato dal marito

Spiega a Quarto Grado che quel giorno il marito di Elena Ceste lo ha chiamato per dirgli che la moglie era scomparsa e per chiedergli se sapeva qualcosa, così lui ha mostrato la sua disponibilità, offrendosi di andare a prendere a scuola, oltre suo figlio, anche quello di Elena e Michele. L’amico di Elena racconta di essere sempre stato disponibile verso Michele Buonincorti e afferma che lui aveva mandato dei messaggi affettuosi ad Elena in amicizia, senza ricevere risposte. Inoltre, dichiara di aver cancellato il profilo di Elena Ceste dagli amici di Facebook a novembre, perché sua moglie era gelosa e infastidita dal fatto che lui avesse delle amicizie femminili. Quest’uomo ha un alibi che non permette agli inquirenti di considerarlo un sospettato, infatti la mattina della scomparsa di Elena era a lavorare e lo confermano dei colleghi che l’hanno visto in cantiere. Nella lettera scrive che non riesce a capire per quale motivo Michele Buonincorti continua ad accusarlo senza motivo e si dichiara molto preoccupato sia per la scomparsa di Elena, che sembrava una donna molto serena, sia per le accuse ingiuste del marito.

Quarto Grado: novità sul caso Elena Ceste

Ma poco dopo a Quarto Grado arriva la telefonata del cognato di Elena che ci tiene a precisare che, senza voler accusare nessuno, in realtà tra la donna e l’uomo della lettera sembrava esserci qualcosa in più di una conoscenza superficiale. Infatti racconta che l’uomo aveva fatto delle ricariche telefoniche ad Elena e che le aveva chiesto di vedersi al solito posto, confermando quindi una frequentazione. Continuano ad andare avanti le indagini ed escono fuori sempre piccole novità, ma di Elena Ceste non si sa ancora nulla. Speriamo ancora che si possa arrivare finalmente alla verità.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>