Connect with us

Televisione

Quarto Grado del 2 marzo 2012: Parolisi voleva sviare le indagini?

E’ andata in onda una nuova puntata di Quarto Grado, ieri sera 2 marzo 2012 nella quale è stato ampiamente trattato il caso di Melania Rea, mostrando il documento eccezionale delle perquisizioni, nel quale Parolisi, secondo gli inquirenti voleva sviare le indagini. Il filmato mostra le perquisizioni avvenute nella casa di Parolisi e Melania subito dopo il ritrovamento del cadavere della povera donna.

In quel momento Salvatore Parolisi non era ancora indagato: era solo una persona informata sui fatti. L’inquirente riesce a far parlare Salvatore, che nei primi momenti è reticente. Si tratta di uno straordinario documento, come dice lo stesso Picozzi, una volta in studio, nel quale si vede come il rapporto fiduciario tra gli inquirenti e la persona sospettata, porti a far si che lui si apra e racconti più di quanto dovrebbe.

Salvatore Parolisi parla di Paciolla e della moglie, dice che stavano per separarsi (e la moglie aveva raccontato la cosa a tutti buttandosi la M…a in faccia) e che forse loro, avendo saputo della sua storia con Ludovica, avrebbero potuto raccontare qualcosa a qualcuno. Ipotizza che qualche corteggiatore abbia potuto avere il desiderio di approfittare di questo momento di debolezza di Melania: “Non lo so. Negli ultimi tempi mi faceva sempre andare ai centri commerciali. Forse qualcuno l’ha vista. C’erano trecentomila persone che guardavano Melania. Lei conosceva molte persone qui”.

Secondo gli inquirenti un modo per sviare le indagini da parte di Parolisi che con il suo ego smisurato non ha saputo trattenersi dal chattare con i trans e nello stesso tempo intrattenere svariati rapporti sentimentali extra-matrimoniali. Al vaglio degli inquirenti anche le conversazioni avvenute con i trans da parte di Salvatore Parolisi: le analisi del pc svelereanno se si tratta di un virus informatico o di particolari chat, lanciandosi in schermaglie amorose virtuali.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top