Connect with us

C'è posta per te

Postini di C’è posta per te: “Dobbiamo essere reperibili 8 mesi all’anno”

i 4 postini di c'è posta per te, gianfranco, marcello, maurizio e chiaraPostini di C’è posta per te: chi sono e come svolgono il loro compito per Maria De Filippi? Ha indagato Tv Sorrisi e Canzoni.

Postini di C’è posta per te 2018: nomi ed età

Attualmente i postini di C’è posta per te, il people show del sabato sera di Canale 5, sono quattro: i tre storici Marcello Mordino (64 anni), Maurizio Zamboni (49), Gianfranco Apicerni (32) e la new entry Chiara Carcano (26) che ha “sostituito” Raffaella Mennoia, oggi produttrice di Uomini e Donne ed è stata selezionata dopo aver partecipato a Donnavventura su Rete 4 e al backstage del Wind Music Summer Festival e dopo essere stata notata sui social network (è anche influencer di viaggi su Instagram).

Postini di C’è posta per te, qual è il loro compito? Tutte le difficoltà incontrate

Il loro ruolo è più complicato di quanto si possa immaginare. E anche la disponibilità temporale deve essere assoluta. Dal momento che il programma viene registrato nell’arco di diversi mesi (spesso anche in estate), i postini devono essere reperibili dai 6 agli 8 mesi all’anno per partire in qualsiasi momento.

Fondamentale, poi, il contatto con i “postinati”. Conta raccogliere la spontaneità del momento, è importante vedere la reale sorpresa di chi riceve la busta e, solo dopo la consegna (senza mai rivelare chi lo ha mandato a chiamare), finisce l’incarico.

“Una volta mi è capitato di aspettare per due giorni una signora sotto casa per poi scoprire da un vicino che era in ferie”, rivela Maurizio. “Oppure di cercare l’unica donna vedova in un paesino senza sapere il suo nome, ma ce l’ho fatta”.

Non manca chi urla dal balcone di andare via o minaccia di tirare fuori la “lupara”. Ma, per fortuna, il 90% delle persone riconosce chi ha davanti e “vuole bene” alla trasmissione.

E, se qualcuno si mostra preoccupato, un membro della redazione sale a casa senza telecamere per spiegare cosa sta accadendo. Ma a volte non c’è verso, c’è chi non accetta l’invito e in quel caso la storia non può andare in onda.

 

Fabio Traversa nasce a Bari l’11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell’ultim’ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all’occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it e Soundsblog.it. Da gennaio 2018 è autore su Altrospettacolo.it e Gossipetv.com.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in C'è posta per te

Post Popolari

Scelti per voi

To Top