Connect with us

Televisione

Paola Perego a mani vuote: dopo il flop di Eroi di tutti i giorni, la Rai cancella Basta un sogno

paola-peregoPAOLA PEREGO A MANI VUOTE: DOPO IL FLOP DI “EROI DI TUTTI I GIORNI”, LA RAI CANCELLA ANCHE “BASTA UN SOGNO”. E’ rimasta a bocca asciutta Paola Perego: reduce dal successo di Superbrain-Le supermenti, show in due puntate trasmesso in prima serata su Raiuno nel periodo natalizio battendo con ottimi risultati la concorrenza di Canale 5, la conduttrice monzese ha lanciato venerdì scorso in prime time sempre su Raiuno il numero zero di Eroi di tutti  i giorni, senza riuscire però a bissare il successo di Superbrain: sono stati infatti solo 3.136.000 telespettatori a seguire Eroi di tutti i giorni, con uno share del 13,12%, contro i 4.997.000 telespettatori e il 18,23% di share del diretto competitor in onda sulla rete ammiraglia di Mediaset, Paperissima con Gerry Scotti e Michelle Hunziker. Tempi difficili, dunque, per la prima rete della Tv di Stato che dopo il flop del programma firmato Paola Perego ha dovuto fare i conti, solo 24 ore dopo, con il crollo di un altro esperimento del prime time, il neonato Altrimenti ci arrabbiamo di Milly Carlucci, che dopo gli incoraggianti dati auditel della prima puntata è sprofondato sotto i 3 milioni di telespettatori toccando il 13% di share con la seconda messa in onda (QUI i dettagli).

BASTA UN SOGNO: NUOVO FORMAT O SEMPLICEMENTE NUOVO TITOLO? Accantonato, dunque, il progretto primaverile che avrebbe visto Paola Perego ancora in prima serata su Raiuno con un nuovo show intitolato Basta un sogno, trasmissione che secondo alcuni rumors di nuovo avrebbe ben poco: i “sogni in Tv” più che nuovi sono obsoleti in Rai, basti pensare al trito e ritrito Treno dei desideri condotto per anni da Antonella Clerici e sprofondato in termini di auditel nell’autunno del 2007, all’epoca abbinato alla Lotteria Italia, scontrandosi con C’è posta per te di Maria De Filippi. A lanciare il format in Tv in realtà è stata Raffaella Carrà nel 2004 con Sogni, programma accolto tiepidamente dal pubblico italiano, successivamente passato nelle mani di Antonella Clerici che lo ha gestito con il nuovo titolo prima di perderlo (causa maternità) nel 2009 quando alla conduzione dello show è approdata Caterina Balivo ribattezzandolo I sogni son desideri. E’ da questi scippi vicendevoli che si sono originati i rancori tra le tre conduttrici: Raffaella Carrà non ha mai perdonato Antonella Clerici per averle sottratto la trasmissione, e la stessa Balivo che l’ha scippata a sua volta alla Clerici si è difesa più volte dagli attacchi di chi l’ha accusata di “aver rubato il programma ad Antonella” cercando, con scarso successo, di trovare delle differenze (inesistenti!) tra Il treno dei desideri e I sogni son desideri.

PAOLA PEREGO NON SOGNERA’ SU RAIUNO. Per far sognare i telespettatori di Raiuno, perciò, Paola Perego dovrà aspettare. Il suo Basta un sogno non andrà in onda a maggio come previsto inizialmente, ma quasi certamente in autunno, sempre che il programma non salti ancora. Non sono del tutto chiare le ragioni della decisione da parte dei vertici Rai di annullare la messa in onda del programma. Probabilmente il non-successo di Eroi di tutti i giorni ha influito su questa scelta. Nel frattempo la conduttrice si prepara e subentrare a Mara Venier nel salotto pomeridiano de La vita in diretta che quasi sicuramente condurrà con il giornalista Franco Di Mare dal prossimo settembre.

2 Comments

2 Comments

  1. Salvo

    16 aprile 2013 at 14:34

    Il treno dei desideri può avere successo solo con Antonella Clerici che è la persona più adatta a questo genere di trasmissioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top