Connect with us

Televisione

Niccolò Fabi lascia la musica dopo il live in onore della figlia scomparsa

Niccolò Fabi lascia la musicaNiccolò Fabi si ritira dalle scene a novembre 2017: prima il live in onore della figlia Lulù deceduta

Niccolò Fabi dice addio (o arrivederci, chissà) al mondo della musica. E lo annuncia con un’intervista a La Stampa, a cui racconta le motivazioni della sua drastica scelta. Dopo 20 anni di carriera, il cantautore romano ha deciso di lasciare la professione e di dedicarsi agli affetti e alla vita privata. La decisione, maturata da tempo, è certamente una conseguenza del dramma privato che l’artista ha vissuto alcuni anni fa. Nel 2010, infatti, qualcosa gli ha scombussolato l’esistenza. Quell’anno è morta la figlia Olivia, soprannominata Lulù, a causa di una meningite fulminante. Quando un uomo riesce a rialzarsi dopo un evento del genere, come ha fatto Fabi, la sua vita cambia per sempre. E con essa anche il modo di vedere le cose. Niccolò così ha scelto di prendersi una pausa e di occuparsi esclusivamente della famiglia.

Niccolò Fabi rivela: ultimo concerto il 26 settembre, dopo lascia la musica

“Andremo avanti fino al 26 novembre (lui e la sua band, Ndr), quando chiuderemo al Palalottomatica di Roma. A quel punto potrò dire chiusa questa fase della mia vita artistica; ciò che avevo da dire l’ho detto”. Con queste parole, concesse al quotidiano La Stampa, Fabi annuncia il ritiro dalle scene. Il cantautore ha deciso di prendersi del tempo per riflettere e dedicarsi esclusivamente agli affetti che per il lavoro forse ha anche trascurato. Non c’è più spazio per il lavoro nella sua vita, almeno per il momento. “Questa fase della mia vita è finita nella maniera migliore”, chiosa al giornale diretto da Maurizio Molinari.

Fabi, live per l’evento benefico Le Parole di Lulù

Prima di appendere la chitarra al chiodo a novembre, in occasione dei suoi 20 anni di carriera, il cantante organizzerà un live benefico in onore della figlia Olivia. Lulù, così era soprannominata la bambina, è deceduta nel 2010 e da allora la vita del suo papà è cambiata per sempre. In quella giornata all’inizio e negli anni successivi si celebrava il compleanno della piccola. Per Fabi era un obbligo morale ed emotivo. “Oggi è a tutti gli effetti una festa per i bambini alla quale si unisce l’aiuto economico per un progetto che si dedichi ai bimbi più in difficoltà”, afferma Niccolò al foglio torinese La Stampa.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top