Connect with us

Gossip

Morte Michael Jackson: si aggrava la posizione di Murray, accusato da esperto di Propofol

E’ ripartito il processo al dottor Conrad Murray, il medico che avrebbe somministrato la dose di Propofol a Michael Jackson, la sera in cui poi il cantante è deceduto. Ad accusarlo ulteriormente è Steven Shafer, specialista proprio di questo farmaco. E’ uno dei massimi esperti nel settore: è lui che è stato incaricato di testare il farmaco quando iniziò la sua produzione.
Shafer ha lanciato pesantissime accuse nei confronti di Conrad Murray, stabilendo che già i 15 litri di Propofol acquistati, per un uomo solo, erano assolutamente eccessivi. Inoltre il farmaco dovrebbe essere somministrato attraverso una speciale “pompa” al fine di somministrare la giusta dose.
Così non è stato per Michael Jackson: il medico gli  ha praticato l’iniezione, sbagliando la dose (che in questo caso è stata letale). Avrebbe poi dovuto tenere un registro, in cui annotava quanto prescritto a Michael nonché il dosaggio. La posizione di Murray si è notevolmente aggravata e vedremo come risponderà la difesa del dottore.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top