Connect with us

Televisione

Mistero – Riassunto puntata del 9 ottobre 2011

Il primo servizio è presentato da Daniele Bossari e s’intitola “Stigmate: i segreti di Natuzza Evolo“. Natuzza è stata una mistica stigmatizzata dotata di poteri paranormali, nata a Paravati in provincia di Vibo Valentia. Chi riceve le stigmate, come è successo a lei, cade in uno stato di estasi durante il quale si manifestano le visioni. Natuzza infatti, vedeva i defunti, Gesù, i Santi, gli Angeli e la Vergine Maria, quest’ultima nel giorno dell’Assunta.

Nel 1943, si è sposata con un falegname, diventando nel corso degli anni madre di cinque figli. Sudava sangue facendo apparire anche delle scritte, e questo particolare fenomeno è detto emografia. Migliaia di persone provenienti da tutto il mondo incontrarono Natuzza nella sua casa di Paravati. Uno dei tanti miracolati di questa donna straordinaria si chiama Ruggero Pegna, al quale era stata diagnosticata una gravissima forma di leucemia, e che per cause inspiegabili è stato guarito da Natuzza.

Il secondo servizio è presentato da Marco Berry e s’intitola “Ufo: c’è una base aliena sul Monte Musinè?“. Il Monte Musinè è situato a circa 20 Km. da Torino, davanti alla Sacra di San Michele, e sembra che in questo affascinante luogo ci sia un passaggio di energia, generato dalle cosiddette linee ortogoniche o sincroniche, che circondano il pianeta collegandolo all’Universo, che parte dalla Francia e arriva fino a Gerusalemme.

Anticamente, il Musinè era un vulcano e la sua lava si è poi trasformata in magnetite, antenna all’interno del sistema solare in grado di attirare gli alieni. La magnetite inoltre, è il minerale con le più intense proprietà elettromagnetiche esistente in natura.

Il terzo servizio è presentato da Nicole Pelizzari e s’intitola “Scie chimiche: chi controlla l’atmosfera?“. Settembre 2011 è stato il mese più caldo degli ultimi 150 anni… Dobbiamo pensare che qualcuno o qualcosa stia manipolando il clima? Siamo forse minacciati da una guerra ambientale? Esistono molte teorie sulle scie chimiche ma nessuna prova scientifica della loro esistenza. Una teoria ipotizza il controllo dell’atmosfera per rovinare i raccolti e rendere necessari gli OGM.

L’aereosol ad esempio, è composto da particelle e corpuscoli in sospensione all’interno dell’atmosfera. L’HAARP è l’abbreviazione High Frequency Active Auroral Research Program, e il suo scopo principale è quello della ricerca scientifica sulla ionosfera e sulle comunicazioni radio per uso militare. Secondo una teoria, le scie chimiche sarebbero responsabili della diffusione di alcune malattie. Secondo le teorie più accreditate, il surriscaldamento globale provocherebbe lo scioglimento dei ghiacci.

Alcuni studiosi sostengono che il surriscaldamento globale causerebbe l’aumento di Co2 e non viceversa. Scopo principale della guerra ambientale è distruggere un ecosistema per annientare il nemico. Le tappe del piano sono 4: controllare le piogge, le tempeste, le nuvole e creare climi artificiali.

Il quarto servizio è presentato da Marco Berry e s’intitola “Haring Bakal: i guerrieri invulnerabili alle armi“. Ci troviamo a Manila, e gli Haring Bakal sono un gruppo fondato negli anni ’70, quando era in vigore la legge marziale. Il gruppo era originariamente guidato da Feliciano Luces, noto con il nome di Commander Toothpick. L’aggettivo apotropaico indica un oggetto o persona atti ad allontanare un’influenza maligna.

L’uso di amuleti e talismani si accompagna anche alla pratica del tatuaggio. Il numero dei colpi ricevuti dalla lama affilata di un machete, l’arma utilizzata più di frequente, determina il livello di importanza all’interno del gruppo. Infine, in linguaggio locale gli amuleti vengono chiamati “anting-anting“.

Il quinto ed ultimo servizio della puntata s’intitola “Autoflagellazione: l’espiazione dei peccati“. In Thailandia, a Phuket, si svolge il “Festival vegetariano“. Nel calendario cinese, l’inizio di ogni mese avviene ad ogni fase di luna nuova. Prima dell’inizio del festival, una grande asta viene sollevata in ogni tempio per invitare gli dei. In seguito, ci si prepara al rito dell’autolesionismo, cadendo in trance per essere posseduti dagli spiriti e sopportare così il dolore.

Le tre divinità supreme sono il Puro di Giada, il Puro Superiore e il Puro Supremo. L’unico anestetico è la fede, e i fedeli devono seguire una decina di regole, tra cui lavare il proprio corpo e vestirsi di bianco. Il festival si conclude con una cerimonia in tutti i templi e con il saluto agli dei.

Al prossimo appuntamento, ore 21.25, Italia 1

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top