Connect with us

Televisione

Mistero – Riassunto 2° puntata dell’11 settembre 2011

La trasmissione inizia con Jane Alexander che ricorda la tragedia dell’11 settembre 2001, quando due aerei di linea si schiantarono sulle Twin Towers o torri gemelle  di New York, provocando quasi 3000 morti, facendo pensare a un’ipotesi di complotto. Il secondo servizio, presentato da Marco Berry, è dedicato al ritrovamento del corpo di Monna Lisa, moglie di un commerciante di tessuti e madre di cinque figli. Lisa Gherardini, questo il suo vero nome, era una donna semplice, nata a Firenze, in Via Sguazza, nel 1479.

Conosciuta da tutti come “La Gioconda” di Leonardo da Vinci, Monna Lisa visse nella zona del Ponte Vecchio, il cuore della città. A 16 anni andò in sposa a Francesco del Giocondo, da qui il titolo del quadro che è conservato al Louvre, famosissimo museo di Parigi e venne sepolta nel Monastero di Sant’Orsola. L’edificio fu fondato nel 1309 come convento femminile satellite della Chiesa di San Lorenzo. Scavi effettuati all’interno del complesso, da tempo abbandonato, hanno portato alla luce vari scheletri, tra cui quello di una donna che potrebbe essere la Monna Lisa.

Lo scheletro verrà analizzato in laboratorio per determinarne età e codice genetico, e dai resti dei Gherardini verrà prelevato un campione di Dna, per compararlo con quello dello scheletro di donna. Per quanto riguarda invece Leonardo, sappiamo che soggiornò a Milano dal 1482 al 1500, entrando nella cerchia del Duca Ludovico il Moro. Il laboratorio segreto di Leonardo si troverebbe tra la Basilica della S.S. Annunziata e L’Istituto Geografico. I contemporanei di Leonardo riferivano di una sua presunta scelta privata, per l’ambiguo rapporto con i suoi allievi.

Il terzo servizio è presentato dalla nuova inviata di “Mistero“, Nicole Pelizzari, e riguarda un uomo con straordinari poteri soprannaturali. Giuliano ha 42 anni e la singolare particolarità fisica di possedere dodici dita, un pollice in più in entrambe le mani. Ha inoltre la capacità, di assorbire il male delle altre persone, provando però dolore in tutto il suo corpo. L’anomalia genetica di Giuliano è nota come “polidattilismo“, e l’uomo non può operare le sue dita perché potrebbe danneggiare la sua colonna vertebrale.

Giuliano sa fin da quando è giovane, di dover mettere il suo “dono“, come lui lo chiama, a servizio degli altri. Nicole per accertarsi di ciò che sa fare Giuliano, chiede all’uomo di sottoporsi a un esperimento, che si rivelerà incredibile. Attraverso una strana e incomprensibile scrittura, Giuliano attira su di sè il dolore, il malessere interiore di Nicole, determinando un brusco abbassamento della sua temperatura corporea fino a 29° centigradi. Il quarto servizio presentato invece da Daniele Bossari, riguarda la ricerca di un eremo perduto nei pressi di Cagliari, in Sardegna.

L’eremo era un luogo di difficile accesso, dove uno o più individui, si ritiravano escludendosi dalla società per condurre una vita di preghiera e ascesi. A conclusione dell’avventuroso viaggio, l’inviato del programma e i suoi collaboratori speleologi, fanno una scoperta molto interessante, riportando alla luce un immenso cimitero sotterraneo, caratterizzato da ossa e teschi umani forse risalenti all’inizio del Cristianesimo, o appartenenti ai soldati della Seconda Guerra Mondiale. La puntata si conclude con un ultimo servizio di Marco Berry sulle crocifissioni.

Nelle Filippine, alla periferia di S. Pedro Cutud, Reuben Anaje, un devoto di Cristo, si appresta a patire le stesse sofferenze del figlio di Dio, costruendosi i chiodi che verranno usati per crocifiggerlo. I rituali di Cutud hanno lo scopo principale di alleggerire i peccati dei penitenti, e i primi a portare la tradizione dei flagellanti nelle Filippine furono i missionari spagnoli nel 1500. Nel 1700 le autorità emanarono una serie di editti, per limitare gli effetti fisicamente devastanti della flagellazione, mentre la Chiesa tentò invano di vietare il rituale della crocifissione.

Mentre viene ricordato uno dei più grandi afflussi di penitenti durante l’eruzione del vulcano Pinatubo nel 1991, si assiste alla crocifissione di Byron Gomez, che si sottopone al rito senza emettere alcun grido di dolore, dimostrando grande prova di fede e coraggio.

Appuntamento alla prossima domenica, sempre alle ore 21.25, su Italia 1.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top