Connect with us

Gossip

Mirko Scarcella: da Corona a Belen a coordinare i Papaboys

mirko scarcella papaboysMIRKO SCARCELLA, NUOVI PAPABOYS – E’ stato al centro di diverse polemiche relative a Fabrizio Corona e l’ex moglie Nina Moric, addirittura equivocato come il fidanzato di Cecilia Rodriguez, ma oggi sembrerebbe essersi distaccato da tutto ciò che li riguarda. Stiamo parlando di Mirko Scarcella, il socio di SL Editore e editore del sito Social Channel, che da poco ha ideato un nuovo progetto a favore soprattutto dei giovani e di coloro che intendono ancora credere nella Chiesa. Si tratta dei nuovi Papaboys, un originale movimento a sfondo religioso che ha come scopo quello di raggruppare più giovani possibili per dar loro modo di ritrovarsi in una community e confrontarsi sulle proprie idee e credenze. A tal proposito Scarcella ha registrato due domini web, www.francescon1.it e www.francescon1.com, per offrire alle nuove generazioni la possibilità di incontrarsi e di sentirsi parte integrante di uno stesso pensiero. Ciò, però, che contraddistingue questo suo proposito è la creazione di Francesco N°1, un nuovo marchio di magliette e rosari che verranno realizzati nelle prossime settimane. Mirko Scarcella era già noto in passato per aver prodotto altri marchi di moda, quello della nota Farfallina di Belen Rodriguez e del figlio della showgirl Santiago, ma Francesco N°1 si propone in tutta la sua novità. Si tratta di rosari e di una linea di 5000 magliette, in vendita sul sito al prezzo di 25 euro, il cui ricavato sarà devoluto alla fondazione Pupi del calciatore Javier Zanetti: “Ho scelto questa fondazione perché con un Papa argentino è giusto aiutare i bambini argentini”, ha dichiarato Scarcella.

MIRKO SCARCELLA, I DIRITTI RELIGIOSI – L’obiettivo primario, tuttavia, di Mirko Scarcella non è solamente quello di fare beneficenza ai bambini meno fortunati e raggruppare i più giovani, ma anche sostenere i diritti di ogni credente. E’ risaputo che per quanto riguarda il matrimonio e ciò che ne consegue, la Chiesa è molto ferrea. Quando due persone decidono di sposarsi e di dichiararsi l’amore reciproco sono consapevoli del fatto che hanno solamente una possibilità:  “Per la Chiesa l’unico matrimonio valido continua ad essere il primo, anche nel caso che esso fallisca”. E’ questa la realtà religiosa: nel momento in cui un matrimonio cattolico finisce, i separati o divorziati perdono, non solo la possibilità di risposarsi in Chiesa davanti al sacerdote e al Signore, ma anche l’opportunità di ricevere l’eucarestia. E’ questo ciò che Mirko Scarcella vorrebbe che mutasse: ogni cattolico dovrebbe essere uguale davanti a Dio. “La Chiesa deve cambiare, noi giovani ci stiamo allontanando. Io sono figlio di genitori divorziati e vedere, durante la sacra messa, mia madre che non poteva prendere l’eucarestia, mi faceva sentire diverso dagli altri bambini”. Dunque, come si può credere e manifestare l’uguaglianza tra il popolo se per prima la Chiesa fa di queste discriminazioni? Proprio a tal proposito, la creazione del Fan Club e del movimento Francesco N°1 sta riscuotendo un successo senza precedenti, non solo i giovani, ma anche i più grandi, si sentono finalmente capiti. C’è differenza tra la fede religiosa di una persona sposata e quella di una divorziata? E’ questo il messaggio che la Chiesa vuole mandare? Lo stesso Papa Francesco in passato si era innamorato ed era sul punto di sposarsi: non dovrebbero esistere differenze né per quanto riguarda l’amore né per la fede di ognuno di noi.

MIRKO SCARCELLA, LA CHIESA – Da due giorni il mondo ha di nuovo un Papa che si è presentato in maniera semplice ed umile, trasmettendo un messaggio positivo di fiducia e di speranza. Dunque potrebbe essere arrivato il momento di una svolta, un cambiamento radicale che finalmente rappresenti l’effettiva uguaglianza delle persone di fronte alla Chiesa. Succedono tante cose nella vita: si nasce, ci si innamora, si soffre e ci si separa. Ma questo non vuol dire che ognuno di noi non sia degno di altro amore, umano o religioso che sia. Un fedele che crede nel Signore, lo ama a prescindere dalla propria situazione sentimentale. E’ questo che la Chiesa dovrebbe comprendere. E chissà, magari il nuovo progetto di Mirko Scarcella potrebbe essere l’inizio di un lungo cammino verso il cambiamento.

 

 

2 Comments

2 Comments

  1. Carlo

    15 marzo 2013 at 15:48

    VERGOGNATEVI!!! Utilizzare Sua Santità per una bieca operazione commerciale: ANDRETE ALL’INFERNO!!! Chissà come sarà contento Zanetti…

  2. Gianna

    15 marzo 2013 at 15:50

    A quando la maglietta con la scritta SANTIAGO LOVES POPE??? tanto ormai lo skifo è totale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top