Connect with us

News

Michelle Hunziker e Sandro Mayer: scoppia il caso Lilly

Lily-Cane-Michelle-HunzikerMichelle Hunziker accusata di maltrattare il cane Lilly

Ore difficili per Michelle Hunziker, accusata di aver maltratto la sua cagnolina Lilly. Tanto che è scoppiata una polemica con il direttore del settimanale Di Più, Sandro Mayer, che ha pubblicato le foto che hanno dato il via alla diatriba. Ma cosa è successo alla barboncina della showgirl svizzera? Tutto è cominciato quando sono stati pubblicati scatti che ritraevano Michelle al mare, a Forte dei Marmi, dove aveva deciso per gioco di mettere sotto la sabbia la piccola Lilly. Un gesto che non è andato già all’Aidaa, l’Associazione Animalista Italiana, che ha denunciato il comportamento della Hunziker, considerandolo maltrattamento di animali e presentando così un esposto alla Procura della Repubblica del Tribunale di Milano.

Michelle Hunziker accusata: la difesa della showgirl svizzera

Mentre la polemica cominciava ad infuriare, con tanto di lettere aperte su Di Più da parte di Michela Vittoria Brambilla e l’ex patrigno di Michelle Hunziker, la moglie di Tomaso Trussardi ha pubblicato su Facebook un commento per chiarire la vicenda, non senza, però, lanciare una frecciatina al giornalista Sandro Mayer. “Capisco che trovare notizie a Ferragosto sia difficile, ma esiste un limite anche all’ansia di vendere a tutti costi i giornali. Eppure è tale la preoccupazione del direttore Mayer di non vendere che non esita a inventare che avrei maltrattato la mia amata cagnolina Lilly! L’invenzione è talmente stupefacente che mi farebbe ridere se non si trattasse di una cagnolina che è a tutti gli effetti parte della mia famiglia e sulla famiglia non amo le invenzioni! Basta dunque caro direttore di emulare Archimede Pitagorico altrimenti il suo giornale finirà per sembrare un pessimo fumetto!”.

Sandro Mayer replica a Michelle Hunziker

Il direttore Sandro Mayer non è rimasto di certo a guardare e ha subito replicato a Michelle, con un post pubblicato sul blog dell’Aidaa. “Gentile signora Hunziker, leggo la sua dichiarazione sulla copertina  di Di Più, numero di Ferragosto e, poichéè notizie ferragostiane, sono tante, contrariamente a quello che lei dice, gliene sfugge una importante che riguarda le pagine di economia, notizie che evidentemente le sfuggono. Dunque ecco la notizia fresca fresca del mese di agosto: all’edicola Di Più, il giornale che ho l’onore di dirigere e che è edito da Urbano Cairo, è il settimanale più venduto d’Italia. E sa perché?Perchè è credibile. No, signora Hunziker, lei sbaglia: non abbiamo bisogno di inventare notizie, e tanto meno su di lei che ne offre settimanalmente. Abbiamo pubblicato una foto, quella della sua splendida cagnolina con le zampine imprigionate dalla sabbia per un evidente gioco da spiaggia. So che lei ama i cagnolini e anch’io li amo (…), ammetterà che quella foto era una notizia sorprendente  e l’abbiamo pubblicata…Rilegga bene l’articolo di questo numero: Dipiu’ ha pubblicato una lettera del suo (ex) patrigno, firmata da lui, e una dichiarazione con cui l’Aidaa chiede alla Procura di aprire una indagine. Che cosa c’è di inventato? Non voglio rivolgermi al tribunale anch’io ma, signora, la prego di volere rispettare Di Più i suoi giornalisti”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top