Connect with us

News

Michael Schumacher: comunica ma resterà invalido per tutta la vita

michael-schumacherMichael Schumacher, fuori dal coma, comunica con la moglie e i figli

Pochi giorni fa abbiamo avuto modo di dare la notizia che tanti fans aspettavano da tempo: l’ex pilota di Formula 1, Michael Schumacher, è finalmente uscito dal coma. Schumacher è stato trasferito a Losanna e sono arrivate le prime novità sul suo stato di salute, sia positive che negative. Sembra che Michael Schumacher stia facendo dei progressi, riuscendo a comunicare con la moglie Corinna e con i loro figli, anche se non ha ancora la possibilità di parlare. A rivelare questo progresso dell’ex pilota è il quotidiano tedesco Bild: “Reagisce alle voci e parla con gli occhi. Questi reagiscono in modo chiaramente più forte al contatto con Corinna, rispetto ad altre persone”. Grazie al quotidiano abbiamo anche scoperto che Michael Schumacher ha perso venti chili con la fisioterapia, che dovrà continuare costantemente per una riabilitazione muscolare aggiunta alla riabilitazione neurologica. Durante il trasporto verso la clinica di Losanna , organizzato in gran segreto, Michael Schumacher è stato cosciente e, secondo quanto riportato dal Daily Mirror, l’ex pilota ha comunicato non solo con l’apertura e la chiusura degli occhi ma anche con qualche cenno delle dita, e pare che sia quasi del tutto in grado di respirare da solo. Ma a quanto pare le buone notizie finiscono qui, anche se ancora non si può sapere di più.

Michael Schumacher resterà invalido per tutta la vita?

A riabilitazione iniziata, però, le notizie su Michael Schumacher hanno fatto cedere le speranze fino ad ora costruite. Il neurologo di Zurigo Erich Rieder, infatti, ha escluso ogni possibilità di recupero completo per l’ex pilota di Formula 1. Il neurologo ha detto la sua attraverso il Daily Mirror, spiegando il suo pensiero sulle condizioni del campione Michael Schumacher. “Rimarrà invalido per tutta la vita e avrà sempre più bisogno dell’aiuto altrui per vivere” ha dichiarato, non perdendo, però, l’ottimismo verso il suo risveglio dal coma, dichiarando che “è sempre qualcosa di grandioso svegliarsi dopo sei mesi, è importante per lui”. Ma non tutte le speranze sono perse per il recupero, seppur graduale, di Michael Schumacher, che sicuramente riuscirà a recuperare il più possibile, dimostrando ancora una volta tutta la forza dimostrata in questi mesi. “Sarà un successo se sarà capace di stare seduto dritto tra tre mesi e di muoversi autonomamente su una sedia a rotelle elettrica tra altri sei mesi” ha aggiunto Erich Rieder, neurologo di Zurigo. Non ci resta che continuare a sperare che le condizioni di salute di Michael Schumacher continuino a migliorare, facendogli i nostri migliori auguri.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top