Connect with us

Televisione

Max e Hélène su Rai Uno: le anticipazioni

Max e Hélène: il 26 gennaio in prima serata su Rai Uno

Per onorare la giornata della memoria, la Rai trasmetterà su Rai Uno, nelle prima serata del 26 gennaio un film per la televisione: Max e Hélène. Un ritorno della fiction Rai che, in questa occasione, è di stampo storico e commemorativo. I protagonisti di Max e Hélène sono Carolina Crescentini, che interpreta il ruolo di Hélène Blondel, e Alessandro Averone, nei panni di Max Sereni; il tutto dietro la regia di Giacomo Battiato. La storia del film tv è liberamente ispirata dal romanzo “Max e Hélène” scritto da Simon Wiesenthal. Inoltre, la vicenda raccontata è realmente accaduta. Al film hanno partecipato anche altri attori come Ennio Fantastichini nel ruolo di Simon Wiesenthal e Luigi Diberti nel ruolo di Padre Anatol. E’ dunque attraverso la storia, realmente accaduta, di Max e Hélène che, Rai Uno  nella serata di domani 26 gennaio, commemorerà il giorno della memoria. La vicenda narra la storia dell’amore reale e complicato, dalle persecuzioni razziali, tra Max e Hélène, lui ebreo, lei figlia di un antisemita. Il periodo è dunque quello della seconda guerra mondiale. Max Sereni, interpretato da Alessandro Averone, è infatti uno studente ebreo di medicina. Hélène Blondel, interpretata da Carolina Crescentini, è invece figlia del console onorario francese, un fascista ed antisemita. I due ragazzi si amano ma il loro amore è ostacolato dalle deportazioni. Infatti, la famiglia di Max è stata deportata, il ragazzo invece non vuole allontanarsi da Venezia proprio perché lì vive la sua amata Hélène.

Carolina Crescentini e Alessandro Averone in Max e Hélène: domani su Rai Uno

L’amore tra Max e Hélène viene tuttavia ostacolato. Infatti Max (Alessandro Averone), nonostante il suo nascondiglio in una soffitta di Venezia, viene scovato e catturato. Allora,  Hélène (Carolina Crescentini) decide di seguire il suo fidanzato e si fa deportare insieme a lui, fingendosi ebrea. Max e Hélène, poi, si sposeranno sul treno per deportati e, in Polonia, riusciranno a fuggire. Tuttavia, successivamente, un’unità nazista intercetta Max e Hélène. Max Sereni viene allora gettato tra le persone da fucilare mentre Hélène Blondel, non essendo realmente ebrea, viene risparmiata. A questo punto, l’ufficiale Thomas Köller, interpretato da Ken Duken, costringe Hélène ad assistere al massacro di Max e degli altri ebrei, il ragazzo riuscirà fortunatamente a sopravvivere. Max e Hélène sono adesso separati l’uno dall’altra. Mentre Max, seppur ferito nel mucchio dei cadaveri, riuscirà a vivere, Hélène diverrà una sorta di ossessione per Thomas Köller che abuserà di lei e la torturerà.

Domani, 26 gennaio, in onda Max e Hélène

La storia di Max e Hélène narra dunque un amore travagliato e ostacolato dalle deportazioni degli ebrei e dagli avvenimenti della seconda guerra mondiale. Raccontare la storia di Max e Hélène è un modo romantico per ricordare la triste pagina storica dell’olocausto e delle sue vittime. Dopo che Hélène è diventata vittima dell’ufficiale Thomas  Köller, e Max è sopravvissuto al massacro, assisteremo ad un salto temporale di 15 anni in cui i due amati cercheranno di ricongiungersi e di vendicarsi. L’appuntamento è per domani su Rai Uno, in prima serata.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top