Connect with us

News

Mattia Dall’Aglio è morto a 24 anni, nuoto sotto shock: l’ipotesi sulla causa del decesso

Mattia Dall'Aglio è morto a 24 anni: l'ipotesi sulla causa del decesso del nuotatoreMattia Dall’Aglio, il nuotatore è morto: l’ipotesi sulla causa del decesso, indagini in corso

Lutto nel mondo dello sport: è morto improvvisamente il nuotatore Mattia Dall’Aglio. L’atleta se n’è andato a soli 24 anni mentre si allenava in Emilia Romagna. È stato ritrovato senza vita sul pavimento della palestra del centro dei Vigili del Fuoco a Modena, società per cui era tornato a gareggiare. Il tragico ritrovamento è avvenuto domenica 6 agosto 2017, nel corso del pomeriggio, ma solo ora ne abbiamo avuto notizia. Il giovane ieri è entrato nella sala pesi per uno dei suoi soliti allenamenti. Chi lo ha soccorso per primo racconta di avere provato a rianimarlo in tutti i modo. Purtroppo per lui non c’è stato niente da fare. Secondo le prime valutazioni il giovane nato a Montecchio, in provincia di Reggio Emilia, sarebbe stato colto da infarto. Pare abbia pure sbattuto la testa perdendo i sensi, per cui a far luce sulla vera causa del decesso sarà l’autopsia. La polizia indaga.

Addio a Mattia Dall’Aglio: la tragica scomparsa del nuotatore

Dunque il nuotatore sarebbe stato stroncato da un infarto. Tuttavia, poiché candendo pare abbia sbattuto la testa, per conoscere la reale causa del decesso bisognerà attendere l’esito dell’autopsia. Sulla dinamica della tragica scomparsa del ventiquattrenne indaga la polizia, in base a quanto apprendiamo da La Gazzetta di Modena. Secondo quanto riferisce il quotidiano locale, le forze dell’ordine sarebbero intervenute tempestivamente per raccogliere testimonianze sulla dinamica del fatto. Lo sportivo, in quanto tale, era sottoposto a controlli periodici. Non erano mai stati segnalati eventuali problemi fisici che avrebbero dovuto e potuto impedirgli di gareggiare.

Chi era Mattia Dall’Aglio, il nuotatore nato a Montecchio

Di recente Mattia era tornato a gareggiare per la squadra modenese, dopo le esperienze a Reggio e a Imola Nuoto. Tesserato con la Reggiana nel 2007, era salito sul podio nel meeting di Viareggio. Fra il 2008 e il 2010 era passato al club dei vigili del fuoco di Modena, con cui ha conquistato tre titoli italiani nelle giovanili. In seguito sono arrivate per lui le finali tricolori nei 100 rana e 100 stile libero con l’Imola Nuoto. Appena 2 anni fa, nel 2015, era stato convocato per le Universiadi di Gwangju.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top