Connect with us

Gossip

Massimo Ghini, vita privata: 3 mogli e 4 figli

massimo ghini attoreVita privata di Massimo Ghini: moglie e figli

Massimo Ghini, personaggio di spettacolo e col sorriso sempre sulle labbra, è reduce da un trascorso molto travagliato. L’attore in passato ha avuto una relazione con Sabrina Ferilli ed un matrimonio con Nancy Brilli durato solo tre anni. Sposatosi poi con la seconda moglie, ha avuto 2 gemelli, Lorenzo e Camilla. Nel 2002 arriva il terzo matrimonio e altri due figli, Margherita e Leonardo. Se la separazione con Nancy Brilli è stata pacifica, più complicata è stata quella con la successiva compagna. L’attore ha confidato su Vanity Fair: “Per la separazione dalla mia seconda moglie, ho dovuto combattere.”

Famiglia allargata per Massimo Ghini

 “Sono andato via di casa quando i bambini avevano dieci mesi. Poi ho sposato un’altra donna, che faceva la costumista ed era la ex di un mio amico. Lei ha scelto di lasciare il lavoro ed è molto presente in famiglia.” Così conclude l’attore sulla nota rivista. Il divorzio è stata una delle parole chiave della vita di Massimo Ghini. L’attore infatti fa sapere che anch’egli è figlio di divorziato e che, molto probabilmente, questa esperienza lo ha segnato dentro. Ghini infatti racconta: “Vengo da una famiglia allargata, che oggi fa tanto figo ma che da ragazzino era una tragedia. I miei si sono lasciati nel ’57, e per le giustificazioni a scuola dovevamo fare una finta firma di mio padre, se si scopriva che erano separati diventavo un appestato. Ero il figlio della colpa, ricordo momenti di grandi pianti.”

Massimo Ghini e l’adolescenza infelice: il racconto

Se i divorzi hanno segnato la sua vita, non va nemmeno dimenticata l’emarginazione sotto forma di bullismo vissuta da Massimo Ghini. Dati i precedenti, l’attore ricorda la sua adolescenza turbolenta durante il percorso scolastico: ” Ero scapestrato ed irrequieto.” – si legge su Il Giornale“Di punizioni a scuola ne ho ricevute tante, ma non sarei mai andato a piangere a casa. Era scontato che la punizione ricevuta a scuola sarebbe stata raddoppiata. Valeva il principio ‘se ti puniscono, qualcosa hai fatto’. Una volta mi sono anche ribellato alle sopraffazioni imposte a un ragazzo che non riusciva a difendersi. Anch’io alle medie mi sono trovata vittima di un bullo, un ragazzo più grande. Situazioni pesanti.”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top