Connect with us

Amici

Maria De Filippi è la cattiva maestra d’Italia

maria-de-filippiMARIA DE FILIPPI, LE CRITICHEMaria De Filippi è sicuramente la donna più amata e allo stesso tempio discussa della televisione italiana. Ogni giorno riceve elogi dai suoi estimatori e critiche da chi non sopporta il suo modo di intendere lo spettacolo. Maria De Filippi è una conduttrice atipica e non convenzionale e forse proprio in questo risiede la sua forza. Maria è capace di produrre e creare programmi di successo e di tendenza che incontrano sempre il favore del pubblico. Questa capacità deriva dal fatto che lei è indubbiamente una grande osservatrice e ascoltatrice. Quando il suo pubblico parla cerca sempre di ascoltarlo. Solo in questo modo può essere in grado di interpretarne desideri e volontà.

MARIA DE FILIPPI CATTIVA MAESTRAMaria De Filippi però non è simpatica a tutti e nel corso degli anni ha totalizzato un certo numero di “nemici” che le hanno inferto spesso critiche anche pesanti. Maria De Filippi, talvolta ha risposto, talvolta ha reagito chiudendosi nel silenzio. La regina di Canale 5 infatti non ama sprecare il suo fiato per rispondere a critiche gratuite mosse nei suoi confronti. Degna i suoi interlocutori di una risposta solo quando lo ritiene più che necessario. Chissà se, dopo aver ascoltato l’accusa mossa nei suoi confronti dal parroco Don Luigi Merola, deciderà di controbattere. Il parroco del quartiere napoletano di Forcella, da anni in lotta contro la camorra, è tornato a criticare Maria De Filippi, accusandola di rappresentare un modello di televisione totalmente sbagliato e diseducativo per i giovani. Don Luigi Merola non è la prima volta che si scaglia contro Maria De Filippi. Le sue contestazioni risalgono  infatti a partire dall’anno 2010.

FERMATE MARIA DE FILIPPI – Secondo il parroco lasciare i giovani in balia di Maria De Filippi è un errore madornale che non può che compromettere la loro maturità culturale. É necessario che i giovani riscoprano il piacere per lo studio invece che perdere tempo a farsi coinvolgere dai meccanismi televisivi ideati da Maria De Filippi. La critica di Don Merola si rivolge principalmente alla De Filippi che ha creato dei mostri televisivi come il talent Amici, Uomini e Donne e dai quali sono nati personaggi in cui i giovani amano immedesimarsi. Ma poi si estende in generale a tutti i programmi “spazzatura” che invadono sempre più i sistemi televisivi italiani. La televisione dovrebbe ritornare alle origini quando il suo obiettivo era quello di formare e acculturare il popolo italiano. Forse però incolpare solo la tv italiana per la diseducazione dei giovani non è propriamente corretto. I problemi giovanili hanno radici ben più profonde da andare a ricercare alle basi della nostra società.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Amici

Post Popolari

Scelti per voi

To Top