Connect with us

Televisione

Maria De Filippi, brutta notizia per la regina di Mediaset: la sonora bocciatura

maria de filippi c'è posta per teMaria De Filippi, brutta notizia: arriva la sonora stroncatura del più famoso critico televisivo

Arriva una bocciatura senza appello per Maria De Filippi. La regina di Mediaset, che con le sue produzioni TV colleziona ascolti da record, è stata sonoramente stroncata da Aldo Grasso. Stiamo parlando del più famoso critico televisivo italiano che scrive sulle colonne del Corriere della Sera, il quotidiano leader del nostro paese. Stavolta però il suo aspro giudizio sulla conduttrice non proviene dalle colonne del giornale di Via Solferino, bensì dalle pagine di F. Sull’ultimo numero del settimanale femminile di Cairo Editore, il giornalista ha rilasciato un’intervista in cui ha praticamente stroncato la numero uno di Fascino Pgt. In sostanza, tutti i programmi firmati dalla moglie di Maurizio Costanzo vengono giudicati come morbosi. Tutti, da C’è Posta per Te a Temptation Island, passando per Uomini e Donne. L’unico che si salva – forse – per la prestigiosa penna del Corsera è Amici.

Grasso stronca la De Filippi: “Fa la TV della morbosità”

Sulle colonne del settimanale F, Aldo Grasso esprime critiche nettissime sulla TV di Maria. Il giornalista del Corriere, per argomentare il suo giudizio, comincia dalla produzione Fascino più discussa, vale a dire l’isola delle tentazioni. “Temptation Island ne è l’esempio tipico, la tv della morbosità”, afferma Grasso. “In tutti i suoi programmi lei (la De Filippi, Ndr) declina sempre lo stesso tema. O in maniera esplicita, se..uale, come in Temptation, o con la morbosità sfacciata dei tronisti di Uomini e Donne o in modo più raffinato con la tv dei ritrovamenti e del dolore di C’è posta per te. A parte, forse, Amici, che però come modello non è neanche un format suo, tutto il resto è pura morbosità”, aggiunge il critico.

Grasso ne ha pure per Maurizio Costanzo: le parole del critico del Corriere

La firma di punta del Corsera prosegue la sua analisi concentrandosi su Uomini e Donne. La lite permanente fra Tina Cipollari e Gemma Galgani? “È la morbosità della litigata. La De Filippi è così. La sua tv va oltre quella che faceva suo marito. E’ stato lui a iniziare questo tipo di televisione. Lei l’ha portata a compimento. O meglio a una sua perfezione perversa”, asserisce, riferendosi a Maurizio Costanzo. Secondo il critico, la perversione sta nell’esibizione anche dei propri lati peggiori e delle frustrazioni. In tal modo, la gente può identificarsi nei protagonisti che si mettono in scena. È caduta la barriera della professionalità, a parer suo. “Mi dà fastidio che Temptation sia seguita dai giovanissimi. Loro vedono che ci sono personaggi che arrivano alla ribalta solo perché accettano di denu…si, in tutti i sensi”, conclude Grasso in merito al reality estivo.

1 Comment

1 Comment

  1. marinella

    11 agosto 2017 at 22:28

    Sono molto contenta che qualcuno si sia accorto di che come sono fatti i programmi della De Filippi. Anch’io condivido tutto quello che dice Aldo Grasso e spero che anche gli Italiani non siano così stupidi a continuare a vedere programmi dove si litiga per niente o programmi con storie strappalacrime: non penso che abbiamo bisogno di vedere tutto ciò. Cosa si fà per l’audience!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top