Connect with us

Gossip

Marco Mengoni: sono un X-Man sul palco e un eroe che piange

mengoniMarco Mengoni: sono atato scambiato per un arabo all’aeroporto

Marco Mengoni è stato intervistata da Vanity Fair ed ha deciso di raccontare un po’ di se, della sua carriera da semplice barista al grande successo da cantante. Marco Mengoni è stato da poco in California per presenziare ad un concerto nella ” Hit Week ” che è il più noto festival della musica italiana nel mondo intero ed anche per lavorare alla registrazione del suo nuovo album ai famosissimi Sunset Sound Studios, studio dove hanno inciso i loro dischi band illustri quali Beatles, Doors e Led Zeppeling. Marco Mengoni all’aeroposto ha avuto qualche contrattempo in quanto durante i controlli di sicurezza è stat fermato e perquisito a causa del fatto che è stato scambiato per un arabo con la sua barba nera come i capelli, nonostante avesse più volte ripetuto di esser italiano.

Marco Mengoni: a 14 anni il mio primo impiego

Marco Mengoni ha parlato della sua carrierra ed ha ammesos che il suo primo impiego fu il barista a Viterbo, sul lago di Vico. Ammette che il suo primo giorno di lavoro fu un disastro quando una signora gli chiede un cappuccino ma per la fretta lui lo prepara troppo caldo e afferma: ” Glielo metto sul bancone. È ustionante. Me lo tira addosso. Da allora non ho più sbagliato “. Prosegue poi parlando del suo nuovo cofanetto #Prontoacorrereilviaggio, dove viene descritto esser un eroe e lui dichiara di esser un eroe che piange, che si emoziona fino a piangere e che sul palco si sente come un X-Man, forte e potente come Cesare, mentre a casa sua e nella vita è molto timido.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top