Connect with us

Gossip

Lino Banfi si svela: il grave incidente in auto che gli cambiò la vita e quella volta che pensò al suicidio

Lino Banfi, intervista Lino Banfi si svela: quando fu ‘drogheto’ da bimbo, il grave incidente che gli cambiò la vita e la volta che pensò al suicidio

Lino Banfi non sta passando un periodo idilliaco: la moglie Lucia ha qualche problema di salute (per fortuna non troppo grave, come ha detto il comico) e la nuova edizione di Un Medico in Famiglia sembra finita su un binario morto in casa Rai. Tuttavia l’attore pugliese non si perde d’animo e soprattutto continua a conservare intatta l’arte di far ridere. L’ultimo ‘show’ lo ha dato nella sua ultima intervista, rilasciata al quotidiano Il Messaggero, dove ha raccontato a ruota libera episodi della sua carriera e della sua vita, riuscendo a trasformare in risate anche quegli eventi che di felice hanno ben poco: quando fu ‘drogheto’ da bimbo, il grave incidente che gli cambiò la vita e quella volta che pensò al suicidio.

Lino Banfi: “Da bambino le donne ci facevano succhiare l’oppio e poi quell’incidente che mi cambiò la vita”

Mio padre e suo fratello coltivavano porri e cipolle. In mezzo al campo erano cresciuti migliaia di papaveri – esordisce Lino Banfi, narrando un episodio tragicomico di quando era bambino – Le donne mettevano i semi in un pezzo di stoffa da far succhiare ai bambini irrequieti. Era oppio. Eravamo tutti drogheti, dormivamo sempre“. Il bambino poi si fa adulto e si trasferisce al nord, tirando a campare con svariati umili lavori, finché non avvenne un grave incidente. Una sera il comico si agganciò a un gruppo di milanesi, che sentitolo parlare in pugliese, per la simpatia, lo vollero scarrozzare al Casinò di Mentone: “Nei pressi di Arma di Taggia – mi ricordo solo il muro che si avvicinava. Lo prendemmo in pieno. Morirono due persone, io venni sbalzato fuori dal finestrino e finii a quattro metri di distanza. Mi salvai per miracolo”. A quel punto avvenne però una cosa strana che cambierà la sua vita, per sempre.

Il post incidente, il trionfo al cinema e quella volta che pensò al suicidio: Lino Banfi

I ciuffi dei capelli rimanevano nel pettine, a centinaia. E il peso aumentava a dismisura. – racconta l’attore, a proposito del post incidente -. In ospedale mi dissero che forse l’incidente aveva scatenato uno strano processo. Mi trasformai, presi 12 chili in due mesi e quando mi venne a trovare mio fratello quasi non mi riconobbe. Fu una sofferenza e uno stupore”. Da quell’incidente emerse il Lino a cui noi tutti siamo affezionati: stempiato e robustello. Si trasferì a Roma e lì prese i ‘treni giusti’. Il resto lo conosciamo tutti: 106 film in 81 anni, tanta Tv e tanto spettacolo. Infine, la confessione di quel giorno, da ragazzo, in cui accarezzò l’idea del suicidio: “A Canosa andavo sul palco nelle pause della compagnia di varietà, per un breve istante, dopo un’esibizione modesta, accarezzai l’idea del suicidio con le corde di scena del retropalco. Fu l’unica volta”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top