Connect with us

Televisione

K2 – La montagna degli italiani, riassunto 2° puntata del 19 marzo 2013: Compagnoni conquista il K2

Compagnoni conquista il K2 riassunto 2 puntata del 19 marzo 2013 K2 La montagna degli italianiK2 LA MONTAGNA DEGLI ITALIANI RIASSUNTO 2° PUNTATA DEL 19 MARZO 2013 – Il riassunto della ed ultima puntata della fiction “K2 – La montagna degli italiani“, del 19 marzo 2013, inizia con il proseguimento del viaggio per raggiungere la vetta del K2. All’appello, ci sono ben 11 scalatori che si dividono a loro volta in gruppi più piccoli, così da gestire ognuno la propria zona di partenza. Intanto, il professor Desio (Giuseppe Cederna) nomina capo della spedizione Achille Compagnoni (Massimo Poggio), il quale avrà l’arduo compito di poggiare i piedi sulla sommità del monte, facendosi però accompagnare da un altro membro dell’avventurosa impresa. Il collega più prossimo sembra essere Walter Bonatti (Marco Bocci), ma poi a sorpresa Achille sceglie Lino Lacedelli (Michele Alhaique), convinto che Walter non sia la persona giusta per portare avanti il progetto affidatogli e per affiancarlo fino al compimento della loro missione. Poco più tardi però, durante la scalata, ecco che Lino si trova in seria difficoltà, rischiando di morire, e Bonatti non ci pensa su due volte salvandogli la vita. Nonostante questo coraggioso e bellissimo gesto da parte di Walter, Compagnoni non ha alcun dubbio, accanto a lui non vuole Bonatti ma Lino, mentre Walter insieme con Amir Mahadi (Matteo Azchirvani), seguirà i due scalatori portando loro delle bombole d’ossigeno, assolutamente indispensabili per sopportare fisicamente l’altitudine elevata del K2. Dal canto suo però, molto probabilmente, Achille aspira ad un successo tutto suo, ad una gloria personale, e fa perdere le sue tracce, senza collocare il cosiddetto Campo Nove, l’ultimo prima della conclusione della spedizione.

PERICOLO DI MORTE PER BONATTI E MAHADI E CONQUISTA DEL K2 DA PARTE DI COMPAGNONI E LACEDELLI – A causa del gesto sconsiderato di Compagnoni, Walter e Mahadi giungono sul posto senza trovare un riparo per la notte, seriamente preoccupati di morire congelati, mentre lo stesso Lacedelli, pur disapprovando il comportamento di Achille, è costretto a far buon viso a cattivo gioco, sia per paura, sia per le promesse che l’altro alpinista gli fa, cercando di prospettargli un futuro radioso dopo la grandiosa impresa del K2. In seguito, ritroviamo Bonatti e Mahadi alle prese con il freddo, e con la repentina decisione di scavare una fossa nel ghiaccio, utile per ripararsi. La mattina successiva, fortunatamente, i due giovani scalatori sono ancora vivi, ma Walter non intende perdonare Compagnoni per ciò che ha fatto. A malincuore i due sono obbligati a ridiscendere la montagna, mentre Achille e Lino dopo diverse traversie portano a termine il compito assegnato, raggiungendo il 31 luglio del 1954, la cima del K2, ben 8611 metri, e piantando così nella roccia la bandiera italiana accompagnata da quella pakistana, decretando il K2 un monte italiano a tutti gli effetti. Successivamente, al Campo Base non resta che festeggiare, anche se Bonatti non ha proprio niente per cui valga la pena gioire, visto che è stato deliberatamente escluso da uno degli eventi più significativi della storia. Compagnoni invece, potrà realizzare il sogno di una vita, cioè quello di costruire un albergo di montagna per il futuro della propria famiglia.

FINALE DI PUNTATA – La ed ultima puntata della fiction “K2 – La montagna degli italiani“, termina con Walter Bonatti, che dopo essere diventato un alpinista famoso, nel 2004, grazie al CAI, riesce a veder riconosciuta la sua versione dei fatti, circa i veri accadimenti verificatisi quella terribile notte sul K2.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top