Connect with us

Gossip

Justin Bieber abbandona il suo cucciolo malato: web e fan indignati

justin bieberJustin Bieber abbandona un cucciolo gravemente malato: è bufera

Incredibile ma vero: Justin Bieber avrebbe abbandonato il suo cagnolino dopo aver scoperto che è malato. La popstar avrebbe infatti deciso di non prendersi più cura di Toddy, chow chow di sette mesi che aveva adottato, dopo aver scoperto della sua grave malattia. Una notizia diffusasi qualche giorno fa sui portali americani e che ha sconvolto i tantissimi fan di Bieber e indignato il web. Il cucciolo malato non sarebbe tuttavia rimasto solo: a salvare il cagnolino ci ha pensato proprio uno dei ballerini di Justin BieberC.J. Salvador, che si sarebbe immediatamente occupato della sua salute.

Justin Bieber e il cucciolo abbandonato: la svolta inaspettata

Il piccolo chow chow, per guarire, avrebbe dovuto sottoporsi ad una costosa operazione di circa 8 mila dollari, che avrebbe così curato una grave displasia all’anca (che in un anno gli avrebbe impedito di camminare). Il ballerino di Justin Bieber così ha aperto una pagina sul sito GoFundMe, che serve a raccogliere denaro per buone cause. “Abbiamo due possibilità – ha scritto il ballerino sui social lanciando l’appello per il cucciolo – farlo sopprimere (ma io mi rifiuto) o sottoporlo a una operazione chirurgica molto specializzata. Questa però costa intorno agli 8 mila dollari. Quindi vi chiedo umilmente di donare qualsiasi somma. Qualsiasi cosa sarà molto apprezzata”.

Il cucciolo di Justin Bieber sta bene: tutto merito del suo ballerino

L’appello ha avuto il successo sperato: in poco tempo il ballerino è riuscito a raccogliere una somma tale da poter garantire al cucciolo di Bieber l’operazione e tutte le cure. Un lieto fine che tutti speravano ma che non ha fatto che acuire le critiche nei confronti della pop star.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top