Connect with us

Televisione

Il Tredicesimo Apostolo – Riassunto episodi del 18 gennaio 2012

Il primo episodio s’intitola “Rachele“. Una ragazzina torna da chissà dove, presentando una straordinaria anomalìa fisica, cioè quella di non essere minimamente invecchiata, dopo la sua scomparsa avvenuta più di 20 anni prima. Il suo arrivo però, provoca un infarto nell’uomo che si è prodigato per aiutarla, che subito dopo scopriamo essere suo padre, e che muore per la forte emozione di averla rivista. Gabriel Antinori (Claudio Gioé) e Claudia Munari (Claudia Pandolfi) indagano. Il prete decide di andare a trovare la famiglia di Rachele, per studiare il comportamento della giovane, che a una prima impressione sembra incapace di trasmettere qualsiasi tipo di emozione o sentimento.

Sul caso, Gabriel non sa cosa pensare. Più tardi, dopo la distruzione della statua della “Madonna del Lago“, per opera della stessa ragazza, Gabriel è testimone del ritrovamento di un diario, quello di Rachele. In seguito, la giovane sparisce ancora, mentre un cieco che nei giorni precedenti, aveva avvertito i paesani di stare in guardia circa la dubbia identità di Rachele, viene rinvenuto privo di vita. Infarto? Ictus? Omicidio? A distanza di poche ore, anche un’altra donna muore in circostanze misteriose, e la domanda non può che sorgere spontanea: Rachele è un’assassina? Era incinta quando è scomparsa? Pare proprio di sì, perché violentata dal parroco del paese, Don Lucio, e che per la vergogna e l’umiliazione subìta, fosse fuggita in Romania trovando ospitalità presso un istituto per ragazze madri.

L’episodio termina così, con la morte del parroco per mano della figlia di Rachele, che si era finta la madre oltraggiata per portare a termine la sua vendetta. La ragazza è una “revenant“, una creatura tornata dalla morte, uno spirito assetato di giustizia, che a missione compiuta scompare nel lago per sempre.

Il secondo episodio s’intitola invece “La macchia di Lucifero“. Qualcuno appicca incendi con la forza del pensiero. Gabriel incontra nuovamente il sensitivo Eugenio Muster (Tony Bertorelli), che gli dà consigli su come utilizzare il suo dono. Successivamente, Antinori e Padre Isaia Morganti (Stefano Pesce) si dirigono verso il luogo dove è accaduto lo spaventoso incidente, e assistono a un’altra manifestazione di “pirocinesi“. Chi è l’artefice di tutto? Il Maligno? Una setta satanica? Un’operaia con una macchia nell’occhio a forma di stella rovesciata, che ogni volta che è in pericolo, riesce a scatenare impressionanti inferni di fuoco? Forse, la terza ipotesi  è quella più probabile.

Nel corso dell’episodio, veniamo a conoscenza del fatto che la ragazza è una profuga di guerra, e che la macchia situata nella cornea del suo occhio sinistro, risulta essere un frammento di uranio impoverito, spiacevole ricordo dei tumulti avvenuti nel suo paese d’origine. L’episodio termina con la delicata operazione chirurgica della ragazza, con la cessazione dello strano fenomeno, almeno apparentemente, e con interessanti punti interrogativi che non troveranno mai una soluzione… Il paranormale è vivo e presente più che mai, e la cieca razionalità non potrà mai spiegare con la fredda logica, ciò che è infinitamente più grande, anche se incomprensibile ai più.

Al prossimo appuntamento, ore 21.20, Canale 5

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top