Connect with us

News

Green Day shock: muore acrobata, il concerto non si ferma

Green Day: morto acrobataGreen Day: prima del concerto muore l’acrobata Pedro Auniòn Monroy, ma il concerto continua

Venerdi 7 luglio, intorno alle 22.50, è morto l’acrobata Pedro Auniòn Monroy. L’incidente è capitato al festival Mad Cool di Madrid, appena prima del concerto dei Green Day. Concerto che è stato comunque svolto. Monroy, 42 anni, stava dilettando la folla chiuso in una struttura luminosa sospesa nel vuoto. Ma qualcosa è andato storto e la cabina, posta all’altezza di circa 30 metri – come riporta la Repubblica -, si è schiantata al suolo. L’impatto è stato mortale. I medici sul posto sono prontamente intervenuti, ma non è servito a nulla. L’acrobata e ballerino non ce l’ha fatta. Tuttavia, nonostante la tragedia successa, le superstar musicali statunitensi hanno iniziato e finito il concerto in programma. Andiamo a capire il perché.

Green Day: incidente mortale per l’acrobata Monroy. Ecco perché non si è fermato il concerto

Nonostante la morte dell’acrobata, i Green Day, con 30 minuti di ritardo, sono saliti sul palco e hanno suonato. La scelta degli organizzatori di far proseguire lo spettacolo, anche a morte certa di Monroy, ha attirato pesanti critiche. La spiegazione ufficiale, che però non ha convinto del tutto, è stata ‘ragioni di sicurezza’. Per quel che riguarda invece la band guidata da Billie Joe Armstrong, il discorso è diverso, secondo la versione ufficiale del gruppo. Vediamo nel dettaglio che cosa hanno dichiarato i Green in merito alla questione, a evento concluso. Le loro parole sono state affidate ai social.

Green Day e il messaggio per l’acrobata morto: “Non sapevamo nulla, notizia sconvolgente”

Secondo quanto twittato dal profilo ufficiale della band, sia prima, sia durante il concerto, nessuno ha avvertito Billie Joe Armstrong e compagni del dramma avvenuto pochi minuti prima. “Siamo appena scesi dal palco del Mad Cool Festival. Un artista molto coraggioso, Pedro, ha perso la sua vita stasera in un tragico incidente”, è apparso sul profilo social del gruppo musicale statunitense, che ha poi fatto seguire un messaggio di cordoglio per la vittima e i suoi affetti più stretti. Rimane comunque da capire il perché il concerto sia iniziato, proseguito e finito, nonostante la morte di una persona. Al momento, quel ‘ragioni di sicurezza’ è una frase troppo generica, che non convince fino in fondo.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top