Connect with us

News

Giusy Versace: dettagli della vita prima dell’incidente

Giusy-VersaceGiusy Versace: la vita prima dell’incidente

E’ una forza della natura, sempre sorridente e positiva Giusy Versace. Il tragico incidente che le ha portato via le gambe non ha impedito alla giovane atleta di continuare a sognare e realizzare i propri sogni. Ma com’era la vita di Giusy prima di quell’incidente automobilistico che ha soli 28 anni le ha cambiato per sempre l’esistenza? A svelare qualche dettaglio la stessa Versace, che in un’intervista rilasciata al settimanale Intimità ha raccontato retroscena del suo passato, e in particolare della sua adolescenza.

Giusy Versace, vita privata: gli anni dell’adolescenza e non solo

“Ho passato un’adolescenza un po’ complicata perché i miei genitori si sono separati che avevo 12 anni, non ho un bellissimo ricordo di me ragazzina. Ho avuto un rapporto molto conflittuale sia con mia madre sia con mio padre. E se me ne sono andata di casa a 18 anni è stato perché non tolleravo più quel tipo di situazione” ha spiegato Giusy Versace, la nuova conduttrice de La Domenica Sportiva. “Amavo disegnare e ogni tanto immaginavo che avrei fatto la designer. Però ho studiato anche lingue al liceo linguistico e per un po’ ho pensato che avrei fatto l’interprete. Dopo che me ne sono andata da Reggio, sono comunque stata per un anno a Londra, dove ho fatto la cassiera, l’hostess, la baby sitter, qualsiasi lavoro onesto che mi consentisse di essere autonoma e di non chiedere i soldi a papino, volevo dimostrargli di potercela fare anche da sola” ha fatto sapere la vincitrice di Ballando con le Stelle.

Giusy Versace: grinta, forza e indipendenza

Prima del terribile incidente – per il quale ogni anno Giusy Versace esegue un rituale speciale – la presentatrice ha lavorato nel campo della moda. “Arrivata a Milano, mi sono trovata per caso catapultata nel mondo della moda. Sottolineo per caso perché anche se il cognome che porto potrebbe far pensare a una strada spianata, in realtà non è stato così. Sono andata a lavorare per aziende concorrenti e ho dovuto sempre dimostrare di valere mille e non cento come tutti gli altri, altrimenti avrebbero pensato che mi trovavo lì solo perché mi chiamavo Versace” ha puntualizzato Giusy, sempre più felice accanto al fidanzato Antonio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top