Connect with us

Gossip

Giulia Calcaterra: le sue parole dopo l’archiviazione della denuncia

giulia_calcaterraGiulia Calcaterra: arriva l’archiviazione della denuncia.

Giulia Calcaterra è diventata famosa non tanto per essere stata la velina bionda di Striscia la Notizia nel 2012 e nel 2013, quanto per ciò che è successo non appena è salita sul famoso bancone della trasmissione. Torniamo indietro e, più precisamente, nel 2012 quando la ragazza venne accusata di maltrattamenti nei confronti del suo cane rottweiler. L’accusa era giunta direttamente dall’Aidaa, un’associazione animalista con a capo Lorenzo Croce, che ha chiesto un’indagine alla Procura della Repubblica di Novara. Sono stati momenti difficili per Giulia Calcaterra che, a causa di tutto questo, non ha potuto vivere al meglio la gioia di essere a Striscia la Notizia. Giornate passate tra le lacrime poiché la gente la criticava, l’additava e se la prendeva con lei per il suo comportamento. Ma mai nessuna reazione da parte sua poiché consapevole che non sarebbe servita a nulla. Quando un gossip prende il sopravvento non basta la tua buona fede per bloccare i rumors. A distanza di due anni, però, si è concluso il procedimento giudiziario nei suoi confronti con un provvedimento di archiviazione poiché: “Rilevato che al di là delle propalazioni fatte sulla base di notizie giornalistiche di dubbia attendibilità, ciò che è certo è che il cane è deceduto nell’ambulatorio del veterinario per torsione gastrica, come dallo stesso dichiarato e certificato. Non vi è, pertanto, alcuno spazio per ritenere sussistente alcuna ipotesi di rilevanza penale a carico dell’indagata“.

Giulia Calcaterra: lo sfogo dell’ex velina bionda.

E così Giulia Calcaterra, a distanza di due anni, può finalmente dire la sua. E lo fa tramite un lungo sfogo sulla sua pagina ufficiale di Facebook. Parole da cui si comprende la difficoltà vissuta dalla velina in quel periodo, parole che fanno tenerezza poiché, alla fine, era poco più di una ragazzina e si è trovata catapultata in un mondo più grande di lei, parole che le fanno onore poiché le pronuncia solo ora. Eccole: Ok…Finalmente posso parlare anche io. Per la prima volta mi esprimo su ciò che successe esattamente 2 anni fa. Qualcosa che distrusse il mio momento di gioia appena diventai Velina. Lo sapete meglio di me di che cosa sto parlando,si lo sapete perché ne avete parlato in continuazione..tutti quanti voi.  Ho subìto per quasi due anni accuse che non mi appartenevano ,accompagnate da telefonate e lettere in cui mi auguravano anche la morte,appostamenti sotto casa di animalisti che volevano farmi del male,gente che se la prendeva con la mia famiglia,notti insonni,problemi di salute e troppe lacrime che hanno trasformato quello che era il mio lavoro in un incubo. Non vi accuso di niente, non avete alcuna colpa come non l’ho mai avuta io. Io stessa prima di iniziare questo lavoro ho sempre letto e creduto a ciò che giornali e siti web mi propinavano. Ma poi vivendo i retroscena ho capito,ognuno fa il proprio lavoro e tira acqua al suo mulino quasi sempre con notizie false o fomentate che poi vanno a svanire. Una manipolazione che solo voi e il Vostro cervello potete gestire,so che è più facile credere a ciò che si legge e non a ciò che è più logico,ma a volte basta soffermarsi un secondo in più per pensare se ciò che si sta leggendo sia reale o surreale e credetemi,il più delle volte è la seconda.”

Giulia Calcaterra: le sue parole dopo l’archiviazione della denuncia.

E continua con: “Ci avete mangiato su per un bel po’ con la mia storia…senza pensare che dall’altra parte c’era una ragazza di 19 anni con le mani legate e la bocca cucita,zitta ad aspettare che la ruota girasse,perché è così,tutto torna nella vita. Ringrazio Antonio Ricci per avermi insegnato che l’impulsività non è tutto,che la mia parola contro un Italia intera non sarebbe servita a niente e seguendo i suoi consigli ho atteso fino ad oggi. Oggi che finalmente posso dimostrarlo nero su bianco che vi sbagliavate! Accusavate quella ragazza che da piccola raccoglieva gli uccellini caduti dagli alberi e ci si arrampicava per riportarli sul nido,quella che litigava con mamma e papà ogni volta che portava a casa animali trovatelli,quella che se appena il gatto non tornava per la pappa andava a cercarlo per tutto il paese. Grazie a tutti per avermi resa mille volte più forte di quanto già non lo ero prima! È stata dura ma ce l’ho fatta,anche questa volta. Il caso è chiuso. Good Life To All. Giulia.

1 Comment

1 Comment

  1. Giorgia

    14 novembre 2014 at 11:02

    dobbiamo piangere? ma chi si crede di essere questa qua, neanche fosse claudia Schiffer. se è innocente ok, ma nn comportarti come fossi una diva navigata. hai fatto striscia, nn la modella. sei pure brutta. tu e la tua collega, x me, le peggiori veline mai esistite a striscia. parlo x me. io sono un cesso e lo so, ma nemmeno tu sei na gran bellezza. questo penso. se togliete questo mio commento, complimenti. vorrebbe dire che non leggete in giro cosa scrivono. nn ho usato parolacce. punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top