Connect with us

Game of thrones

Game of Thrones, 10 curiosità che non conoscevi sulla serie tv

Game of Thrones Cresce sempre di più l’attesa per Game of Thrones 7, la nuova stagione di una delle serie tv più amate dell’ultimo decennio. Game of Thrones – in italiano tradotto come Il Trono di Spade – nasce da un’idea di George R. R. Martin, scrittore del ciclo fantasy Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Il 17 aprile 2011 l’emittente americana HBO ha lanciato in anteprima assoluta la prima stagione del serial, che ha riscosso un successo strepitoso. Da quel momento, non c’è più stata tregua: ogni anno una nuova stagione, con tantissimi intrighi e misteri da risolvere. Uno dei più importanti riguarda sicuramente il protagonista Jon Snow, le cui origini sono rimaste ignote fino a poco tempo fa, almeno per quanto riguarda la linea materna. Non è infatti ancora stato svelato il nome di suo padre, e attendiamo la settima stagione per fare chiarezza anche su questo mistero. Intanto, abbiamo deciso di curiosare tra i meandri di questo show, per catturare qualche dettaglio interessante. Ecco 10 curiosità su Game of Thrones che (forse) non conoscevate ancora.

Game of Thrones - George R. R. Martin-IL CONSENSO DI GEORGE R. R. MARTIN

Con già quattro romanzi pubblicati e il quinto in corso d’opera, George R. R. Martin non sembrava aver alcuna intenzione di cedere i diritti per una trasposizione televisiva della sua saga fantasy. Eppure, nel 2007 la HBO è riuscita ad accaparrarsi questo enorme successo, come ha fatto? Semplice: Martin ha sottoposto gli sceneggiatori ad un test che ha richiesto loro un occhio davvero sagace. DB Weiss e David Benioff, gli sceneggiatori di cui sopra, avevano letto con molta attenzione tutti i romanzi già pubblicati, e per dimostrarlo hanno saputo dire allo scrittore il nome della madre di Jon Snow, che non era ancora stato rivelato. Martin ha capito che la produzione sarebbe rimasta fedele alle sue opere, e ha così deciso di dare il suo consenso allo show televisivo omonimo.

Game of Thrones - Peter Dinklage-I CASTING

Come sempre accade in questi casi, si sono svolte lunghissime selezioni per provinare tutti gli attori presentatisi per un ruolo in Game of Thrones. Qui sarebbero davvero tante le curiosità di cui parlare, ma ce n’è una che merita di essere ricordata. Solo due attori sono stati scelti ancor prima dell’inizio dei casting, entrambi selezionati per uno specifico ruolo. Il primo è Sean Bean, che ha recitato nella prima stagione del serial nei panni di Ned Stark – e che purtroppo ha avuto vita breve. L’attore è stato scelto probabilmente per la sua partecipazione ad un’altra saga fantasy di grande successo, Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello. Il secondo attore selezionato a scatola chiusa è Peter Dinklage, proposto direttamente da Martin per il ruolo di Tyrion Lannister. La sua bravura è innegabile, e in breve tempo è diventato uno dei personaggi più amati della serie. Ad oggi, il suo è il primo nome che compare nei titoli di testa durante la sigla, giusto per sottolineare la sua importanza nell’economia dello show.

Game of Thrones - Cast-FIGLI D’ARTE… E NON SOLO

A proposito del cast, tra i vari attori che hanno dato vita a questo magnifico show ce ne sono alcuni che hanno alle spalle una famiglia degna di nota. Ad esempio, sapevate che Oona Chaplin, che interpreta Talisa – la moglie di Robb Stark – nella serie tv, è nientemeno che la nipote di Charlie Chaplin? E non è certo l’unica! Anche Harry Lloyd, colui che ha dato il volto al perfido Viserys Targaryen, è parente di un pezzo grosso dello scorso secolo: in particolare, lui è il pronipote di Charles Dickens. Per rimanere un pochino sul presente, invece, possiamo fare il nome di Alfie Allen, alias Theon Greyjoy. Il ragazzo è il fratello della cantante Lily Allen, che ha addirittura scritto una canzone su di lui. Stephen Dillane – nella serie Stannis Baratheon – è invece il papà di Frank Dillane. Lo ricordate nei panni del giovane Voldemort in Harry Potter? Un’ultima curiosità degna di nota: nel cast c’è anche del sangue blu! Rose Leslie, ovvero la bella Ygritte tanto amata da Jon Snow, è una dei discendenti di Re Carlo II.

Game of Thrones - Daenerys-UN PILOT DA BUTTARE

Dopo mesi di duro lavoro, il regista Tom McCarthy era pronto a portare in scena il pilot di Game of Thrones, ma l’episodio è stato interamente rigettato. A quanto pare, la sua prima fatica non è stata giudicata soddisfacente. Il risultato? Cambio di regia, e non solo. Infatti nel pilot originale due personaggi femminili erano stati interpretati da attrici che sono state sostituite in corso d’opera. Catelyn Stark è stata impersonata da Jennifer Ehle, ma già nella seconda versione del pilot i suoi panni sono stati indossati dalla bravissima Michelle Fairley. Stesso destino per Daenerys Targaryen: il ruolo della madre dei draghi era stato affidato a Tamzin Merchant, ma quest’ultima ha rinunciato, al termine del pilot originale, per motivi che sono ancora ignoti. Al suo posto è arrivata Emilia Clarke, e il resto è ormai storia.

Game of Thrones - Battaglia-BUDGET STELLARI

Quanto costa girare un episodio di Game of Thrones? La risposta è scioccante: si parla di una media di circa 6 milioni di dollari a puntata. Ma i veri picchi sono ben altri, dal momento che alcuni episodi hanno toccato le cifre record di 8 milioni (“L’assedio”, 9×02) e 10 milioni (“La battaglia dei bastardi”, 9×06). Insomma, la HBO si è data parecchio da fare per questa serie tv, ma le sue fatiche sono state ampiamente ripagate. Una curiosità che forse può spiegare meglio questi costi: per girare determinate scene serve uno sforzo davvero incredibile. Ad esempio, in caso di battaglie o particolari acrobazie è necessaria un’intera giornata di lavoro per appena 3 secondi di scena!

Game of Thrones - Martin, Weiss e Benioff-QUALCUNO CONOSCE GIÀ IL FINALE

George R. R. Martin ci sta facendo sudare questo sesto romanzo della sua saga Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. I fan sono in impaziente attesa del suo prossimo capolavoro letterario ormai da diversi anni, e a quanto pare potrebbero volerci ancora diversi mesi. E mentre il tempo passa, lo stesso Martin ha deciso di tutelarsi in qualche modo. Ha già infatti ben chiaro in mente il finale della storia, anche se su carta non è ancora stato scritto. Il suo timore è che possa morire prima di aver completato la stesura del sesto e del settimo libro, con i quali andrebbe a chiudere la saga. O, ancora, di essere ucciso da qualche fan inferocito. Quindi, per precauzione, ha rivelato a grandi linee il finale che ha in testa a Benioff e Weiss. In questo modo, qualsiasi cosa dovesse accadere, c’è qualcuno che potrà portare a compimento quantomeno lo show televisivo. Per i libri, invece, non ci sarebbe speranza: lo scrittore ha rivelato di aver lasciato disposizioni affinché, se dovesse andarsene prematuramente da questo mondo, il suo intero archivio di appunti venga distrutto. Che dire? Lunga vita a Martin!

Game of Thrones - Libri-LEGGERE I LIBRI? NO, TROPPO LUNGHI!

E, sempre rimanendo in tema di libri, la maggior parte del cast ha confessato di non aver voluto leggere con attenzione la saga, almeno per quanto riguarda la parte dei loro personaggi. In questo modo sperano di non farsi condizionare nel trasporre davanti alle telecamere quello che, su carta, ha sicuramente tutto un altro sapore. Ma non per tutti gli attori è andata così: ad esempio Charles Dance, l’interprete di Tywin Lannister, ha dichiarato di non aver avuto il coraggio di leggere i romanzi perché troppo lunghi. Pensate che l’uomo ha scoperto della prossima morte del suo personaggio – avvenuta nel corso della quarta stagione – da un suo fan. Invece per Arya le cose stanno in modo ancora diverso. Alla giovane attrice Maisie Williams, che ha prestato il volto alla coraggiosa figlia del casato Stark, è stato vietato di leggere i libri di Martin. Sua madre li considerava troppo violenti per lei. Cosa penserà adesso che sua figlia si trova a recitare in mezzo a quella tanto temuta violenza?

-UN CUORE DI ZUCCHERO

A proposito di violenza, tra le innumerevoli scene sanguinarie di questa serie tv, una è sicuramente rimasta impressa nelle nostre menti. Stiamo parlando del momento in cui Daenerys viene costretta a mangiare il cuore pulsante di un cavallo. Come è riuscita Emilia Clarke a girare una scena del genere? È presto detto: il cuore altro non era che una gigantesca caramella gommosa ricoperta di di sciroppo di zucchero color sangue. Ebbene sì, quella cosa che ha schifato tanti spettatori in realtà era banalmente un composto di sostanze commestibili che viene spesso utilizzato nelle caramelle. Ma c’è un’altra curiosità in merito a questo aneddoto: la Clarke è stata letteralmente cosparsa di sangue per recitare questa parte, tanto che subito dopo è rimasta incollata alla tavoletta del WC a causa di quella sostanza appiccicosa.

Game of Thrones - Khal Drogo-IL DOTHRAKI ORA ESISTE

Khal Drogo, che uomo affascinante! Peccato non parlare la sua stessa lingua. Ma se siete particolarmente interessati al Dothraki, sappiate che adesso esiste davvero ed è possibile impararlo. Nel corso della stesura della sceneggiatura, la produzione ha ingaggiato il linguista David J. Peterson, creatore di molti linguaggi televisivi. L’uomo ha sviluppato una vera e propria lingua sulla base delle parole Dothraki contenute nei romanzi della saga. Da questo piccolo punto di partenza, oggi la lingua Dothraki conta quasi 4.000 parole e può vantare una grammatica base di tutto rispetto. E da qualche anno a questa parte sono in commercio dei manuali per imparare a parlare il Dothraki, dotati di CD audio e di app per smartphone e tablet.

Game of Thrones - Khaleesi-NOMI DA… REGINA!

Chiudiamo questa sfilza di interessantissime curiosità con una piccola statistica, che ci rivela quanto davvero Game of Thrones abbia influenzato la nostra società negli ultimi anni. Solo nel 2012 sono stati più di 150 i neonati a cui è stato affibbiato il nome Khaleesi – che, lo ricordiamo, non è affatto un nome proprio, bensì un titolo. Sempre per quanto riguarda i fiocchi rosa, tra le femminucce il nome Arya sta andando per la maggiore. I genitori di maschietti invece si sono tuffati su Theon (forse Jon è troppo comune?).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Game of thrones

Post Popolari

Scelti per voi

To Top