Connect with us

Televisione

Gad Lerner La7, oggi 8 ottobre: il Concilio che stupì il mondo e rinnovò la Chiesa

gad lerner concilio ecumenicoIL CONCILIO VATICANO II SU LA7 – GAD LERNER – Questa sera, lunedì 8 ottobre 2012, il consueto appuntamento con la trasmissione L’Infedele di Gad Lerner non andrà in onda. Il giornalista condurrà uno Speciale sul Concilio Vaticano II (a 50 anni dall’apertura dei lavori), definito giustamente “Il Concilio che stupì il mondo”. Fu un evento di portata storica perchè, da quel momento, la Chiesa Cattolica mutò profondamente. Aspirazioni al rinnovamento e desiderio di conservazioni confluirono a determinare il clima culturale nel quale si aprì il Concilio, l’11 ottobre del 1962: la Chiesa ne uscì profondamente cambiata e molto più consapevole. Scelta molto coraggiosa quella di Gad Lerner e di La7 di dedicare una serata ad un evento che ebbe una vastissima eco nei contemporanei ma che oggi sembra un tema lontano. Eppure il Concilio Vaticano II contribuì a modificare non solo la Chiesa ma anche la mentalità dell‘Italia degli anni Sessanta: ancora legata ad una fede “esteriore” fatta di riti e di culti più che di vera e propria adesione interiore.

DI CHI E’ LA CHIESA? In collaborazione con Tv2000, Gad Lerner su La7 punterà i riflettori sulla Chiesa del Concilio Vaticano II e su quella contemporanea. Come è cambiata la fede? Come il culto? Quanto il senso di appartenenza alla comunità cristiana dei fedeli si è rafforzato? Ma soprattutto: di chi è la Chiesa di oggi? Del clero, della gerarchia o dei milioni di fedeli sparsi in ogni parte del mondo? Il Concilio Vaticano II fu voluto fortemente da Papa Giovanni XXIII, definito il Papa buono, che si rese conto delle profonde trasformazioni che la società stava attuando; era necessario che anche la Chiesa cattolica si trasformasse. Ma non tutto si rivelò così semplice – come emergerà anche dallo speciale di Gad Lerner, in onda su La7 – fu un periodo storico tumultuoso e travagliato.

GAD LERNER – SPECIALE CONCILIO VATICANO II – OSPITI – Gad Lerner ospiterà l’arcivescovo di Milano, Angelo Scola, la fondatrice della Comunità Nuovi Orizzonti, Chiara Amirante; Dino Boffo, direttore di Tv2000; il parroco di Bologna Don Giovanni Nicolini che ha vissuto quel particolare momento storico innamorandosi del pensiero di Giuseppe Dossetti; lo storico Roberto Mattei nonchè vicepresidente del Cnr; Alberto Melloni, storico il cui interesse è la figura del Papa Giovanni XXIII e direttore della Fondazione per la Scienze Religiose dedicata a Papa Roncalli; Parteciperà anche Giuliano Ferrara, direttore del Foglio. Si rivelerà uno speciale di grande interesse per chi desidera approfondire un tema di importanza cruciale per la Chiesa e la società contemporanee. L’appuntamento con Il Concilio che stupì il mondo è per questa sera su La7.

3 Comments

3 Comments

  1. elsa

    8 ottobre 2012 at 23:23

    ma in tanto parlare dov’è l’amore , la caritas di Cristo? La chiesa dovrebbe essere la testimone prima di quest’unico precetto datoci da Cristo , tuttavia io non mi sento amata dalla chiesa , come mai? Valanghe di parole per mostrare se stessi , nessun accenno ad altro .

  2. Nicolag

    9 ottobre 2012 at 00:07

    Mi sa che il Sinodo fallirà del tutto l’obiettivo che si è prefisso. Ascoltare Scola e condividere i suoi punti di vista significa arroccarsi con presunzione nella dogmatica e non fare alcun passo avanti verso l’Ecumenismo e il Dialogo Interrelegioso, né contribuire alla diffusione del messaggio cristiano dell’Amore Universale. In realtà gioverebbe un altro CONCILIO.

  3. Rudolf

    9 ottobre 2012 at 11:27

    Il Cristianesimo non è una morale a cui aderire, o una filosofia con cui essere in sintonia e di certo non è un messaggio. Il Cristianesimo è una persona Gesù Cristo. La storia e la ragione ci mostrano l’eccezionalità di una religione che venera un “uomo” annunciato da un altra religione (Ebraica) in più di 300 profezie dell’ antico testamento che descrivono con 1000 anni di anticipo la vita e le opere di Gesù e in maniera sconcertante la resurrezione!! Propio grazie a questo ultimo avvenimento i discepoli ormai dispersi e scossi dalla morte del loro Maestro cambiarono radicalmente la loro vita e conquistarono il mondo con l’annuncio del vangelo, ribadendo di essere TESTIMONI OCULARI DELLA RESURREZIONE DI CRISTO e morendo tutti pur di non negare ciò che avevano visto e vissuto.
    “Dio si mostra a chi lo cerca” come insegna la bibbia e infatti tutti possiamo essere testimoni di quella resurrezione nella nostra vita, difatti l’intervento di Cristo Risorto è sperimentabile e tangibile nella vità di tutti basta accoglierlo e affidarsi pienamente a Lui. E la Santa Chiesa lasciata da Gesù, guida e missionaria nel mondo, (la chiesa cattolica è l’unica che provvede gratuitamente alle missioni caritatevoli dei “dimenticati” nel mondo; ospedali , orfanotrofi, centri di recupero, case famiglia, scuole) è sopratutto unico mezzo di remissione dei peccati, (come dice Gesù unico requisito per il Regno dei Cieli) ed è la testimonianza più eccezionale della divinità dell suo mandato, si perchè propio nei suoi errori umani, nelle sue mancanze e lacune, rimane salda e viva da 2000 anni.Come diceva Napolenone “Quale onnipotente mano la protegge da così tanto tempo ?” Gesù stesso dirà della chiesa che sarà scossa dal suo interno e molti la abbandoneranno ma “le porte degli inferi non prevarranno su di essa” e chi sarà rimasto saldo nella fede anche nel momento dello sconforto totale avrà riconosciuto i segni dei tempi, e non si sarà fatto ingannare da altre false strade perchè solo Gesù disse (in maniera sconcertante per la religlione ebraica ) ” Io sono la Via la Verità la Vità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top