Connect with us

Gossip

Flavio Briatore: chiude il Billionaire e cerca fortuna fuori dall’Italia

IL BILLIONAIRE POTREBBE CHIUDERE. Flavio Briatore sembra essersi stufato della burocrazia italiana e dell’eccessiva pressione fiscale del nostro Paese, ha dunque deciso che questo sarà l’ultimo anno del Billionaire in Sardegna. La decisione di abbandonare l’Italia non riguarda solo il noto locale di Porto Cervo, Briatore ha deciso che non investirà più il suo denaro in Italia. Se non cambierà idea perderemo uno dei simboli della ricchezza del nostro Paese, un locale riservato ai pochi che se lo possono permettere e che negli ultimi anni ha visto attraccare le barche dei personaggi più ricchi del pianeta. Dal momento che molti non avranno mai la possibilità di mettere piede nel Billionaire, la notizia della sua chiusura potrebbe non interessare, in realtà quando un imprenditore decide di abbandonare il nostro paese non è mai una cosa positiva. Se un imprenditore del calibro di Briatore ha problemi, possiamo immaginare in che situazione si possa trovare chi gestisce realtà molto più piccole. Inoltre il problema non sarà solo per i ricchi che perderanno il loro locale di riferimento in Sardegna, ci saranno sicuramente persone che perderanno il lavoro dopo la chiusura del Billionaire.

SU CHI LA FORTI DICHIARAZIONI DI BRIATORE. La decisione di Briatore di abbandonare l’Italia è circolata attraverso le pagine del settimanale Chi, da quanto dichiarato sembrano esserci pochi dubbi: “Ho deciso che non investirò più in Italia e che quest’anno sarà l’ultimo anno del Billionaire a Porto Cervo. La burocrazia di questo Paese mi ha stufato. Noi diamo opportunità e posti di lavoro, ma ottenere dei permessi è sempre una lotta. Come se qualcuno ci facesse un piacere, ma non è così“. A questo punto gli unici che potrebbero fare cambiare idea a Briatore potrebbero essere i suoi soci (Marcello Lippi, Paolo Brosio e Daniela Santanchè) o un abbattimento della pressione fiscale da parte del Governo.

L’ODIO SOCIALE DEGLI ULTIMI ANNI. Flavio Briatore parla anche dell’odio sociale che, secondo lui, è stato scatenato da questo Governo. In tempo di crisi le famiglie italiane non arrivano a fine mese e il lusso estremo infastidisce, personalmente non penso sia il Governo ad avvere accentuato il cosiddetto odio sociale ma gli estratti conto di chi ogni giorno ha il terrore di aprire la cassetta della posta. Per quanto possa infastidire lo sperpero di denaro occorre prendere atto che senza i ricchi che investono non ci sarebbero neanche i posti di lavoro per i poveri, purtroppo il mondo è questo e dietro ad ogni lusso dei potenti ci sono lavoratori che portano a casa lo stipendio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top