Connect with us

News

Fiorello contro la cronaca nera in tv per fare ascolti. Attacco alla D’Urso?

fiorelloFiorello dice no alla cronaca nera in tv per fare ascolti. Riferimento alla D’Urso?

Fiorello dice basta ai rotocalchi tv che usano la cronaca nera per fare ascolti. Attraverso la sua pagina Facebook, lo showman si scaglia contro i programmi che se ne occupano con dovizia di dettagli, talvolta macabri. Appare chiaro il riferimento a quanto accaduto ieri, 11 gennaio 2017, nel corso di Pomeriggio5, la trasmissione di Barbara D’Urso in onda su Canale5: la presentatrice si è collegata con l’ospedale di Messina per intervistare Ylenia, la 22enne a cui l’ex fidanzato avrebbe dato fuoco. Nonostante l’evidenza delle accuse e delle prove raccolte dagli inquirenti, la ragazza aggredita continua a difenderlo, scagliandosi violentemente contro la madre, in diretta tv. L’accaduto ha suscitato una valanga di polemiche sui social, anche per la frase pronunciata dalla D’Urso “Ma lo sai che ci sono uomini che fanno queste cose per troppo amore?”.

Fiorello: “Eliminare i casi di cronaca nera in tv al pomeriggio”

Fiorello dice basta ad ore ed ore di cronaca nera al pomeriggio e si rivolge ai vertici delle tv italiane: “Oggi abbiamo aperto i giornali e abbiamo visto un sacco di cronaca nera… io non sono nessuno, non voglio criticare le scelte degli altri, ma voglio fare un appello alle tv generaliste. – dichiara il noto conduttore, che continua – Il problema è che tutti i pomeriggi vengono scandagliati i casi di cronaca nera su cui ci si fanno le trasmissioni, ore a parlare dei particolari più macabri… è possibile intervenire, cari vertici, ed eliminare questi casi dai rotocalchi pomeridiani e mattutini?”

Fiorello: “Basta cronaca nera in tv, pericolo emulazione”

Fiorello intravede infatti in questo un pericolo: “Cominciano spiriti di emulazione incredibili, come la roba dell’acido… intervenite! Una volta in pomeriggio si faceva il gossip… parlate di Briatore o di libri, di storia, non potete fare ore e ore con dovizia di particolari parlando di cronaca nera quando ci sono i bambini  e le persone anziane davanti alla Tv”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top