Connect with us

Televisione

Euro 2012: è partita l’avventura dell’Italia, entusiasmo alle stelle a Cracovia

italia a cracoviaEURO 2012 SCOPRI LO SPECIALE DI GOSSIPETV – Ieri pomeriggio è ufficialmente partita la spedizione dell’Italia agli Europei in Polonia ed Ucraina dove farà il suo esordio domenica 10 giugno alle ore 18 contro i campione del mondo e d’Europa della Spagna. Prima di partire per Cracovia, dove la Figc e il C.T. Prandelli hanno deciso di stabilire il quartier generale dell’Italia, la Nazionale ha svolto una seduta d’allenamento. Mario Balotelli, non ha preso parte alla classica partitella in famiglia solo per motivi precauzionali. I problemi, invece, sono in difesa dove Prandelli rischia di perdere Andrea Barzagli, alle prese con un infortunio al polpaccio. Cesare Prandelli continua ad essere ottimista sul recupero del difensore della Juventus “l’orientamento resta quello di aspettare Barzagli fino all’ultimo: cercheremo di capire se ce la farà” anche se mette in preallerme il possibile sostituto Astori: “Ho messo in preallarme Astori e non Ranocchia perché si è stirato nell’allenamento di Parma”.

DE ROSSI PROVATO IN DIFESA – Per non lasciare nulla al caso, però, Prandelli ha già cominciato a studiare le possibili alternative a Barzagli per poter giocare con il 3-5-2. Nell’allenamento di ieri ha provato in difesa De Rossi accanto a Chiellini e Ogbonna: fatto che non costituisce in assoluto una novità, dal momento che anche con la Roma è già capitato a “Capitan Futuro” di giocare nella retroguardia, ma ovviamente non sarebbe il modo migliore per sfidare i campioni euro-mondiali della Spagna. L’allenatore ha a disposizione due giocatori per ogni ruolo, e stamattina ha provato diverse formazioni: a centrocampo si sono alternati rispettivamente Balzaretti-Giaccherini, Nocerino-Thiago Motta, Pirlo-Montolivo e Marchisio-Diamanti. Davanti il gioco delle coppie ha visto invece alternarsi Di Natale-Borini e Cassano-Giovinco.

ENTUSIASMO ALLE STELLE A CRACOVIA – Subito dopo l’allenamento la Nazionale è partita per Cracovia, città che non ha preso bene il fatto di essere stata esclusa dalla rosa delle quattro città polacche ospitanti (Varsavia, Wroclaw, Danzica e Poznan), nonostante la città sia tra le più importanti del Paese, antica capitale e meta turistica di rilievo. La città però si consola ospitando tre squadre del livello di Italia, Inghilterra e Olanda: gli azzurri soggiorneranno a Wieliczka, piccola cittadina dell’hinterland, ma gli allenamenti saranno allo stadio del club Cracovia, di fatto in centro, dove sorgerà anche “Casa Azzurri”. L‘entusiasmo maggiore, però, è soprattutto per l’Italia. I 10mila biglietti gratuiti per il primo allenamento degli azzurri a porte chiuse sono andati a ruba in pochissimi minuti, causando addirittura delle risse tra i tifosi. D’altronde qui c’è da sempre grande amicizia per gli italiani, feeling che si è consolidato ulteriormente grazie a Giovanni Paolo II, che fu arcivescovo di Cracovia prima di essere eletto Papa. Speriamo che questo entusiasmo e questo feeling particolare con la Polonia faccia bene alla nostra Nazionale.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top