Connect with us

News

Enrico Ruggeri senza freni: la rivelazione shock sul Festival di Sanremo

Enrico Ruggeri: Sanremo pilotatoEnrico Ruggeri, rivelazione libro autobiografia: la confessione sul Festival di Sanremo

Giusto ieri Enrico Ruggeri ha compiuto 60 anni e giusto ieri ha deciso di vuotare il sacco su uno spiacevole fatto di qualche anno fa, spendendo parole tutt’altro che positive sul Festival di Sanremo. Il cantautore milanese, che per ben due volte si è aggiudicato la kermesse canora più importante d’Italia – edizione del 1987, Si può dare di più, interpretata con Umberto Tozzi e Gianni Morandi; edizione del 1993, Mistero, da solista – non ha mai avuto peli sulla lingua e anche stavolta non ha fatto eccezione. Nella recente intervista rilasciata al Corriere della sera, che combacia con l’uscita della sua autobiografia, ha parlato di retroscena da brividi. Anzi ha lanciato un paio di bordate che probabilmente faranno discutere molto. Andiamo a vedere di che cosa si tratta.

Enrico Ruggeri: a Sanremo una donna ha pilotato la giuria?

Enrico lancia una vera e propria bordata sul Festival di Sanremo. Lo fa, ricordando un aneddoto che risale al 2003, anno in cui gareggiò in coppia con la compagna Andrea Mirò, piazzandosi quarto. “Una nota signora dello spettacolo convinse tutta la giuria di qualità a darci zero per aprire la strada del podio a un suo amico” ha affermato il cantautore, che però non ha voluto fare alcun nome. Poi ha aggiunto: “Non parlo di frode, piuttosto faccio intendere che magari c’è qualcosa di pilotato. Basta comporre le giurie in un certo modo o far chiudere il televoto a una certa ora e il gioco è fatto. E non credo che esista nemmeno il sistema perfetto per evitare dubbi sull’esito della gara. D’altronde Sanremo fa girare milioni di interessi e qualcuno quel benedetto trofeo se lo deve pur portare a casa”.

Enrico Ruggeri shock: la confessione sull’Eurofestival

Corre l’anno 1993. Enrico Ruggeri sbanca il Festival di Sanremo con il brano Mistero e, quindi, vola in Irlanda per partecipare all’Eurofestival. Risultato? Non conquista nemmeno il podio. E un motivo c’è e non è del tutto attribuibile a una sana concorrenza canora, secondo il cantante. Alla domanda del giornalista del Corriere sul fatto che la leggenda vuole che la Rai faccia progetti paradossali per non conquistare la manifestazione europea, infatti, il cantautore risponde così: “Andai in Irlanda per la gara e la funzionaria che mi accompagnava mi dice: ‘Sono qui per evitare che lei arrivi primo’. Ruggeri poi prosegue: “La Rai non voleva spendere tutti quei quattrini per organizzare l’evento di cui forse non le importava granché, visto che da noi non faceva grandi ascolti in tv“.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top