Connect with us

Televisione

Elsa Fornero: i giovani troppo “choosy”? Anche Twitter contro il Ministro

elsa fornero twitter facebookELSA FORNERO ED I GIOVANI TROPPO CHOOSY – LA RETE SI RIBELLA –  Hanno fatto molto scalpore le dichiarazioni di Elsa Fornero, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, sui giovani e sul loro essere troppo “choosy” nella ricerca del primo lavoro. Anche la rete si ribella. Il Ministro invita i giovani a non essere troppo schizzinosi, ad accettare qualsiasi tipo di lavoro (come in effetti già succede). Quello che scuote, scandalizza, turba e lascia basiti nelle dichiarazioni della Fornero è l’idea che c’è alla base: il segreto, occulto e, perciò ancora più pericoloso, modo di pensare che la colpa, alla fine, sia dei cittadini. Perchè uno Stato, invece di risolvere i problemi strutturali che affliggono il mercato del lavoro (per aggirare l’ostacolo) invita i cittadini ad adeguarsi alla situazione esistente? Anzi fa di più: fa leva sui sensi di colpa? La mancanza di lavoro non è mica un problema politico? E’ colpa dei giovani che sono troppo schizzinosi e non si accontentano di fare quello che c’è.

ELSA FORNERO – IL CHOOSY INDIGNA TWITTER –  E quel choosy che, in verità, non rispetta un’intera generazione di italiani (che lavorano per costruire il proprio  futuro in un Paese come l’Italia in enorme crisi) ha determinato l’indignazione generale sui più importanti social network quali Facebook e Twitter. L’hashtag #choosy è tra i più utilizzati. Questo il tono dei messaggi, un utente scrive: “Non fate i #choosy. Se terminate la carta igienica potete usare la laurea che giace nel cassetto”. Oppure un altro utente: “E qui siamo passati da sfigati a fighetti”. L’indignazione contro quel “choosy” dilaga su Twitter, specie da parte dei giovani, oggetto delle dichiarazioni del Ministro. Questa generazione, la cui unica colpa è quella di essersi trovata a cercare il primo impiego in un momento di crisi, si sente offesa ed indignata. Sinceramente sembrano essere tornati i tempi delle tremende dichiarazioni di Tremonti: “Con la cultura non si mangia”.

ELSA FORNERO I GIOVANI CHOOSY MA IL LAVORO DOV’E’? La domanda è: un Paese che non valorizza le eccellenze, che non investe sui giovani che paese è? Una nazione che considera la “forza lavoro” fresca, non come una risorsa ma come un “problema”, sta adottando la giusta ottica? E’ questa la strada giusta per risolvere i problemi strutturali del mercato del lavoro in Italia? La cosa inaccettabile è che, alla fine, la colpa ricade sempre sui cittadini (almeno questa è la sensazione). Alla fine ci sentiremo anche dire che è colpa nostra perchè siamo nati in Italia? Eppure la realtà (come confermano sondaggi e ricerche) è completamente diversa. Sono molti i giovani che accettano tutti i tipi di lavoro e si accontentano di fare ciò che gli capita, nonostante laurea, master e specializzazioni.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top