Connect with us

Televisione

Don Matteo 8 – Riassunto episodi del 29 settembre 2011

Il primo episodio s’intitola “Il ritorno“. Siamo a Gubbio nel 1996, dove Lucia Desideri (Cristina Moglia), madre di due bambini, Luca il più piccolo e Francesco il più grande, scompare nel nulla. Tornando al presente, grazie all’intervento di Don Matteo (Terence Hill), la donna è nuovamente in città, ma la sua presenza non è assolutamente gradita, specialmente dal figlio minore. In seguito, Lucia è vittima di una brutta aggressione, e sembra che il colpevole sia proprio Luca.

Nelle mani della donna infatti, viene rinvenuta una catenina con un ciondolo a forma di L, che appartiene appunto al ragazzo incriminato. Il capitano Giulio Tommasi (Simone Montedoro) e il maresciallo Cecchini (Nino Frassica) credono che il troppo risentimento del giovane verso la madre, dovuto al suo improvviso abbandono, l’abbia convinto a compiere il gesto insensato, ma Luca continua a dichiararsi innocente.

All’ospedale, Lucia riceve la visita di Don Matteo e del figlio maggiore Francesco, le uniche persone che le abbiano dimostrato comprensione e affetto nonostante tutto. Più tardi, il religioso va in carcere a trovare Luca, per cercare di convincerlo a far pace con la madre, ma purtroppo il ragazzo è irremovibile, non vuole saperne di lei. Alcune ore dopo, i carabinieri interrogano Lucia sulla dinamica dei fatti, e la donna racconta di aver avuto un’accesa discussione con il figlio, che in preda alla rabbia le aveva restituito la catenina.

Successivamente, qualcuno l’aveva tramortita impedendole di farsi vedere in faccia. A suo tempo, Lucia era stata accusata di essere scappata con un altro uomo, quando in realtà era fuggita da un marito padrone, che non perdeva occasione per picchiarla e umiliarla. In un secondo momento, era ritornata per riprendersi i figli, ma l’uomo aveva pagato degli avvocati per non farla avvicinare ai bambini.

L’episodio termina con Don Matteo, che capisce che è stata la cognata di Lucia ad aggredirla, perché la donna sapeva della relazione del marito con lei, e con Luca che perdona la madre. Il secondo episodio s’intitola invece “Tre nipoti e una tata“. Ad una festa presso Villa Rinaldi, viene ritrovato il corpo senza vita di un uomo. Don Matteo è il primo a recarsi sul posto, e mentre esamina il cadavere vede fuggire Momo, un ragazzo che frequenta la sua canonica. E’ lui l’assassino?

In carcere, il religioso ha modo di scambiare qualche parola con il giovane, che gli racconta di essere innamorato di Katia, la nipote del proprietario della maestosa magione dove si è consumato il delitto. I due avevano meditato di scappare insieme, perché Andrea Rinaldi (Brando Giorgi), zio della ragazza, non approvava questo sentimento fra di loro. In seguito, Momo viene scagionato, e apprendiamo che la vittima si chiamava Lello Plevano e che è stato ucciso con un attrezzo da giardino.

La tata dei nipoti di Rinaldi, Miss Brice, era la fidanzata di Plevano e non era più in buoni rapporti con lui. Viene arrestata, ma liberata poche ore dopo per mancanza di prove. Scopriamo che il suo vero nome è Jenna O’Bright e che l’episodio termina con l’arresto di Zio Bruno, il padre di Andrea, assassino di Plevano per proteggere sia la tata, continuamente minacciata dall’uomo, sia i propri nipoti, per garantire loro un futuro sereno.

Al prossimo appuntamento, ore 21.20, Raiuno

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top