Connect with us

Domenica live

Domenica Live: Barbara D’Urso intervista Raffaele Sollecito

Raffaele-SollecitoRaffaele Sollecito ospite a Domenica Live

Oggi a Domenica Live, famoso salotto di Barbara D’Urso, è stato ospite Raffele Sollecito, che ha riportato la nostra attenzione ad uno dei casi giudiziari di cui si è parlato maggiormente negli ultimi anni. L’omicidio di Meredith Kercher è stato anche uno dei maggiori casi giornalistici degli ultimi tempi e Raffaele Sollecito è uno dei protagonisti, condannato dalla Corte d’Appello di Firenze a 25 anni di carcere. Apparentemente sereno ma spesso un po’ assente, Raffaele Sollecito si difende dalle accuse ricevute. “Contro Meredith non avevo nulla” dichiara per poi specificare che non ha mai conosciuto Rudy Guede e che Patrick Lumumba, il gestore del bar messo in mezzo da Amanda Knox, è solo frutto di un’allucinazione della stessa Amanda, dal quale lui si dissocia. Sollecito, inoltre, porta con sè due immagini delle impronte di un piede specificando di essere stato arrestato per un’impronta che non è sua.

Barbara D’Urso intervista Raffaele Sollecito a Domenica Live

“Quella notte io sono sempre stato a casa mia.”, dichiara Raffaele Sollecito, spiegando che ora ha finalmente un alibi grazie al suo computer che testimonia che lui quella sera ha finito di guardare un film alle 21.15 e poi ho aperto un file di cartoni animati giapponesi. Secondo Sollecito sono state prese misurazioni sbagliate e nessuno ha poi chiarito questo dettaglio, facendolo così passare per colpevole. Sembrava quasi non provare nulla Raffaele Sollecito dopo aver visto le immagini del primo processo in cui lui e Amanda Knox sono stati assolti e si è limitato a ricordare quanto fosse sollevato per la fine di quell’incubo. Ma dopo le immagini del primo processo sono arrivate quelle della sentenza di condanna e Raffaele Sollecito ha raccontato di aver ricevuto un sms di suo padre che gli diceva di consegnare il passaporto in Questura.

Domenica Live: Raffaele Sollecito ospite di Barbara D’Urso

Mi sono sentito morire dentro” ha affermato Raffaele Sollecitocome se non ci fosse più speranza per niente, come se non interessasse la verità” ed ha poi spiegato a Barbara D’Urso che la Knox è andata negli Stati Uniti perché aveva paura. L’omicidio della giovane Meredith Kercher è avvenuto il 1° Novembre 2007 a Perugia, ed ora, a distanza di anni, si hanno due colpevoli che continuano a far insorgere dubbi negli spettatori. Non sapremo mai cosa è veramente successo quella notte ma una cosa è certa: Raffaele Sollecito, dichiarato colpevole, continua a proclamarsi innocente.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Domenica live

Post Popolari

Scelti per voi

To Top