Connect with us

News

Dolce e Gabbana: E’ pace con Pisapia

dolce-gabbana-comune-milanoDOLCE E GABBANA: LA PROTESTA E’ FINITA – La protesta degli stilisti Dolce e Gabbana è finita. Il sindaco Giuliano Pisapia ha invitato i due stilisti in comune per chiarire la faccenda. Dolce e Gabbana, dopo essere stati a colloquio con il sindaco, hanno quindi riaperto regolarmente tutte le loro attività commerciali, dopo la chiusura per indignazione durata tre giorni. Pisapia ci teneva che la questione venisse risolta il più presto possibile nell’interesse della collettività, della moda e del Paese. Il primo cittadino di Milano spera quindi che ora le polemiche sia definitivamente archiviate. E’ tempo di andare avanti e lasciarsi alle spalle la triste vicenda. La moda è senz’altro molto importante per il capoluogo lombardo, ma lo è anche per l’Italia intera. Per questo motivo Pisapia ha deciso di chiudere le polemiche il più velocemente possibile.

DOLCE E GABBANA IN VACANZA A PORTOFINODolce e Gabbana lo scorso weekend si sono concessi una breve vacanza a Portofino per dimostrare il loro dissenso al comune di Milano. Sulle boutique in pieno centro hanno appeso il seguente cartello: “Chiuso per indignazione“. I due stilisti si erano infatti molto offesi per le parole pronunciate dall’assessore del comune di Milano, Franco D’Alfonso: “La moda è un’eccellenza nel mondo, ma non abbiamo bisogno di farci rappresentare da evasori fiscali”. Questa affermazione aveva mandato su tutte le furie Stefano Gabbana, che indignato per l’affronto, aveva deciso di rispondere a Franco D’Alfonso con un bel “fate schifo“. Questo è stato il motivo per cui i due stilisti hanno deciso di chiudere le saracinesche dei loro negozi a Milano. Lo sciopero si sarebbe protratto fino a che i due non avessero ricevuto le scuse di rito da chi di dovere.

I DIPENDENTI NON COMMENTANO – La frase pronunciata dall’assessore del comune di Milano, Franco D’Alfonso proviene dal fatto che i due stilisti sono stati recentemente condannati a otto mesi di reclusione per presunta evasione fiscale di 200 milioni di euro. Dolce e Gabbana non ci sono stati a farsi rimproverare e per questo hanno deciso di reagire scappando in vacanza a Portofino a godersi un weekend di riposo e relax sul loro motoscafo “Wally“. Oggi però fortunatamente sono tornati al lavoro. I negozi sono stati riaperti e i dipendenti dei vari esercizi hanno potuto ricominciare la loro attività, dopo tre giorni di vacanze forzate. Nessun dipendente ha voluto però commentare la vicenda: “Siamo stati invitati a non fare commenti“. Si conclude così la saga di offese e litigi tra Dolce e Gabbana e il comune di Milano.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top