Connect with us

News

DJ Fabo è morto per eutanasia: tutta la storia di Fabiano

dj faboDj Fabo è morto per eutanasia: l’annuncio di Marco e la storia completa di Fabiano

La storia del giovanissimo Dj Fabo, 39 anni, ha scosso davvero tutti. Nel corso delle ultime ore ha fatto il giro del mondo, o quasi. Questa mattina, dopo aver annunciato negli scorsi giorni la sua partenza per la Svizzera, è morto per eutanasia. Marco Cappato, colui che ha deciso di accompagnarlo a Zurigo per poter mettere fine all’agonia che stava vivendo ormai da tempo, ha dato la notizia tramite i social. “Fabo è morto alle 11.40: ha scelto di andarsene rispettando le regole di un paese che non è il suo.” Tanti i messaggi da parte del popolo del web che, negli scorsi giorni, ha dato il suo appoggio al giovane ragazzo.

 Dj Fabo è morto per eutanasia: tutti i dettagli della storia di Fabiano

Dj Fabo, all’anagrafe Fabiano Antoniani, è nato a Milano e nella vita, come è facile intuire, ha sempre avuto una grande passione per la musica, tanto da divenire un dj. La sua vita è stata distrutta a causa di un bruttissimo incidente stradale. Si era chinato per prendere il cellulare, poi buio totale. La sua auto è uscita di strada, scontrandosi con un’altra che stava percorrendo la corsia d’emergenza. Dal 2014, perciò, Fabiano è tetraplegico e cieco. Prima di arrivare alla decisione finale, ovvero quella di ricorrere all’eutanasia, si è sottoposto a riabilitazioni e varie cure sperimentali. Purtroppo non è servito a nulla. Ma com’era la vita di Fabiano prima dell’incidente?

Dj Fabo, la vita prima dell’incidente: una storia che commuove

Dj Fabo si è più volte definito ribelle e vivace. La sua vita era un po’ come quelle che si vedono nei film. Ha vissuto in India con la fidanzata, ha cambiato mestiere svariate volte e amava follemente la musica. Suonare per gli altri lo rendeva la persona più felice del mondo. Vedersi immobile e alimentato da un sondino è stato un grande colpo per il giovane ragazzo. Ha deciso di prendere in mano la situazione e si è fatto portavoce di una grande battaglia verso l’eutanasia legale. Purtroppo, però, alla fine si è visto costretto a ‘spegnere la spina’ in paese che non era il suo, la Svizzera.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top