Connect with us

Contest

Da Ballarò a Mammoni: la tv della settimana nello Speciale Le pagelle di Maeva

le pagelle di maeva ballarò maurizio crozzaPROGRAMMI TV – LE PAGELLE DI MAEVA – LA TV DELLA SETTIMANA. Siete degli indivanados (prendendo in prestito un hashtag di Twitter) che amano trascorrere ore davanti alla tv? Oppure fate dei parte dei quelli che amano la tv fast food? Amate l’approfondimento e la tv di servizio oppure quella senza “grilli per la testa”? Che siate un popolo di veloci consumatori o di attenti spettatori, questo è ciò che fa per voi: Lo Speciale Le Pagelle di Maeva, sulla tv della settimana.

BALLARO’

Usando una metafora da “giardinaggio”, si può dire che è un programma sempreverde, che ricalca la lunga tradizione di trasmissioni incentrate sui dibattiti politici (a partire dalla storica tribuna politica). Come più volte ribadito è un programma che va promosso: per la qualità con cui viene realizzato ed anche per l’imparzialità (ce la mette tutta) del conduttore. Un piccolo-grande plauso alle copertine di Maurizio Crozza, in grado di dare valore, anima, colore e personalità al programma. Le copertine sono delle vere e proprie perle di satira politica che condensano in pochi minuti, i momenti politici salienti della settimana.

voto 8

CHI L’HA VISTO

Stesso discorso per Chi l’ha visto, programma curato da giornalisti attenti a costruire una tv della qualità più che della quantità (anche se gli ascolti del programma sono ottimi). Cronaca giudiziaria, attualità e casi di scomparsa  sono l’anima della trasmissione che non delude mai. Poche ed isolate, nel corso degli anni, le critiche al programma.

voto 8

LA GRANDE STORIA

Il racconto della storia attraverso filmati d’epoca si rivela interessante per chi ama la storia ma non solo. Ci si può domandare una cosa: sarebbe possibile utilizzare una formula “svecchiata” del programma che possa attrarre anche giovanissimi? Il programma è di qualità, essenziale quanto validissimo.

voto 8,5

MISTERO

Chiude anche Mistero, lasciando intatti alcuni importanti interrogativi sul futuro della trasmissione. Mistero è un programma che si trova ad un bivio: adesso bisogna fare una scelta. Si può continuare sulla strada del sensazionalismo e degli effetti speciali, oppure si potrebbe percorrere un’altra strada: quella della divulgazione legata al paranormale. Se alcuni eventi sono inspiegabili perchè non provare ad offrire un parere scientifico? Un punto di vista più solido? Parlare degli UFO, dei fantasmi, di rapimenti alieni non significa necessariamente forzare le cose. Bella la rubrica di Stan Lee dedicata alla ricerca di tutte quelle persone in grado di compiere azioni fuori dal comune.

voto 7

MAMMONI – CHI VUOLE SPOSARE MIO FIGLIO?

Passiamo ad un altro versante televisivo: quello dei programmi “senza grilli per la testa”, nati per divertire, per capirci; la tv dell’intrattenimento; quella leggera che (a volte) supera anche i limiti del buonsenso. Mammoni (ribadito più volte anche in questo caso) è un programma che si basa sulla provocazione, sulle forzature e le esagerazioni. E’ un programma che vuole divertire, giocando sui luoghi comuni, quale quello del rapporto speciale (ai limiti del morboso) che legherebbe il “maschio italiano” alla sua progenitrice. Il voto? Perdonatemi ma proprio non lo so.

SCOPRI IL NUOVO SONDAGGIO DI GOSSIPETV E VOTA I TRONISTI DI UOMINI E DONNE PER LA CATEGORIA TRONISTA SI NASCE: ELEGGERAI IL TRONISTA PIU’ BELLO DI SEMPRE! CLICCA QUI!

2 Comments

2 Comments

  1. Indivanados

    25 giugno 2012 at 12:25

    Gentile Maeva,
    una precisazione sul termine Indivanados.
    Il termine nasce dalla fusione di due parole: Indignados e Divano.
    Noi infatti siamo inattivisti rivoluzionari del sofà che combattono battaglie a video aperto contro casta, banche, poteri forti e varie ingiustizie.
    Non siamo cioè semplici DIVANADOS cioè per noi la tv non è solo intrattenimento ma partecipazione, lotta, passione per la politica.
    Cordialmente,
    Gabriel Ektorp, portavoce di Indivanados.

  2. Maeva

    25 giugno 2012 at 15:12

    Gentilissimo signor Gabriel Ektorp
    la ringrazio della sua precisazione sul termine.
    Ne approfitto per dirle che trovo il movimento estremamente interessante soprattutto per quel che riguarda la concezione della tv intesa come partecipazione e lotta.

    Ho qualche dubbio su alcuni punti ma non è questo il luogo per approfondire la cosa.

    La ringrazio molto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Contest

Post Popolari

Scelti per voi

To Top