Connect with us

Televisione

Crozza nel paese delle meraviglie: l’incarico a Bersani. Grillo, Berlusconi, Monti e Maroni che faranno?

maurizio crozza pier luigi bersaniCROZZA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE – L’INCARICO A BERSANI – La puntata di Crozza nel paese delle meraviglie ha presentato un interessante duetto tra Giorgio Napolitano e Pier Luigi Bersani. Proprio ieri, a poche ore dall’inizio della trasmissione di Maurizio Crozza, il presidente della Repubblica ha annunciato  la sua intenzione di offrire l’incarico a Bersani, per verificare se ci sono le condizioni per la formazione di un governo. Il comico genovese ha aperto la puntata di Crozza nel paese delle meraviglie, rappresentando uno splendido dialogo tra i due. Napolitano è al Quirinale, in vestaglia. Si dilania nel dubbio amletico di decidere a chi conferire l’incarico per la formazione del governo. Come sempre al suo fianco c’è il corazziere uno, spalla storica di Maurizio Crozza, che consiglia e guida Napolitano / Crozza. Un dialogo esilarante che fotografa perfettamente la situazione politica italiana.

INCARICO A BERSANI – MANDATO ESPLORATIVO – MONTI – BERLUSCONI – GRILLO – Dopo un’accurata riflessione con il corazziere, il Napolitano crozziano decide, dimidiato da enormi dubbi, di conferire l’incarico a Bersani per un mandato esplorativo. Crozza presenta dunque il Presidente, la notte prima dell’incarico. Insonne, agitato,  preoccupato, inizia il suo monologo: “Che faccio, che faccio? Che incarico ci dò io a questi? Il più affidabile che c’è è Ciampi. Che facciamo: il ritorno di Ciampi? Ciampi 2 la vendetta? Non si può”.  Poi a Crozza nel paese delle meraviglie c’è un’analisi molto particolare della politica italiana: “Poi è arrivato Marione. Te lo ricordi Mario Monti quello che sembrava dovesse fare sfaceli? Mi sono nascosto. Non se lo fila più nessuno”. Anche per Silvio Berlusconi, Napolitano ha delle parole abbastanza colorite: lo chiama “l’uveitico”, quello con gli occhiali da sole. A Crozza nel paese delle meraviglie il presidente Giorgio Napolitano è in grave difficoltà. Sta decidendo a chi conferire l’incarico ed analizza la situazione difficilissima della politica italiana: quindi arriva a Grillo. Lo chiama “lu comico”. Ma non si può aspettare ancora. Si deve trovare la persona a cui affidare l’incarico. Non rimane che lui, Bersani.

CROZZA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE – LA TELEFONATA A BERSANI – Il presidente Napolitano / Crozza, dopo una sfibrante analisi comprende che deve chiamare Bersani ma è titubante. “Ma chillu non ha i numeri. Anche quando andava a scuola, sua madre mi diceva che quando andava a parlare con la maestra diceva: suo figlio si applica ma non ci arriva!”. A Crozza nel paese delle meraviglie va in scena la telefonata tra Napolitano ed il segretario del Pd per conferire l’incarico a Bersani. Pier Luigi Bersani è enormemente ansioso: “E’ dalle primarie che non dormo, sto aspettando sta telefonata. Siam mica qui a vendere la pelle dell’orso su e-bay”.  E così, quando si prospetta lo scenario di un possibile governo di larghe intese: “Io ci ho gli otto punti e non voglio un governo di larghe intese”. E Grillo, Berlusconi, Monti e Maroni che faranno? Chiudiamo con le parole di Bersani che riceve l’incarico sulle note di Prendila così, la canzone di Lucio Battisti: “Io ci provo ma mi schianto di sicuro”.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top