Connect with us

Musica

Cristiano De André a Sanremo: “La musica mi ha salvato dalla droga”

Cristiano De André torna a Sanremo, con una canzone che parla della sua adolescenza, del padre e della droga.

C’è attesa per il ritorno al Festival di Sanremo di un grande della musica italiana, che si esibirà già stasera nella prima serata della kermesse musicale trasmessa in diretta su Rai 1 dopo una prolungata assenza dal palco dell’Ariston. Cristiano De André torna al Festival di Sanremo con due canzoni che trattano argomenti piuttosto impegnati, e una delle quali in particolare, “Invisibili” presenta chiari riferimenti alla sua giovinezza, al rapporto con il padre ed all’eroina. Il testo della canzone, già reso pubblico da alcuni giorni come consentito dal regolamento del Festival, è un testo molto autobiografico, e molto impegnato, che non è ovviamente passato inosservato, e che, ne siamo sicuri, farà molto discutere. La canzone parla della pesantezza di crescere con un cognome così importante, parla della difficoltà di comunicare con i propri genitori, e soprattutto parla dell’eroina, così tanto diffusa a Genova tra la fine degli anni 70 e i primi anni 80, gli anni della prima giovinezza di Cristiano De André. Il cantautore ha dichiarato che è stata la musica a salvarlo dalla droga, a salvarlo dal tunnel dell’eroina che ha invece ucciso l’amico della sua adolescenza a cui è dedicata la canzone con cui De André partecipa a Sanremo. Ma che cosa intende esattamente Cristiano quando dice che la musica lo ha salvato dalla droga?

Cristiano De Andrè ha fatto spesso parlare di sè, ma purtroppo non sempre per la sua musica

Cristiano De André, sembra quasi banale ricordarlo, col cognome che si ritrova è uno che con la notorietà ha dovuto imparare a fare i conti molto giovane. Ma nonostante sia uno dei cantautori più dotati del panorama musicale italiano, Cristiano molto spesso ha fatto parlare di sè per argomenti e fatti che con la musica avevano ben poco a che fare. Cristiano fin da giovanissimo ha avuto grossi problemi di alcolismo, come ha ammesso lui stesso in alcune recenti interviste. A causa di questi problemi di alcolismo, quando aveva solo 24 anni gli è stato tolto l’affidamento dei figli, con i quali non è mai riuscito a costruire un vero rapporto: chissà se crescendo con un padre più presente Francesca De Andrè sarebbe diventata un personaggio un pò meno trasgressivo e irruento! Di sicuro, trasgressivo ed irruento è sempre stato Cristiano, che ha avuto anche una decina di anni fa un condanna per lesioni causate alla convivente e una per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Visti gli argomenti trattati nella sua canzone, e visti i trascorsi del cantautore, è abbastanza scontato che tutti pensino di trovarsi davanti a una specie di confessione. Eppure, secondo dichiarazioni rilasciate da Cristiano, pare che non sia così.

Cristiano De André: una vittoria annunciata al Festival di Sanremo?

Dunque, la canzone di Cristiano De André non sarebbe una confessione personale: il cantante non ha mai avuto problemi di dipendenza dall’eroina, ed è riuscito ad evitare di fare la fine dell’amico a cui dedica la canzone in gara al Festival di Sanremo proprio grazie alla musica, che gli ha dato una possibilità per concentrare tutte le proprie energie senza cadere in un tunnel che spesso è senza ritorno. Attendiamo con ansia la serata di oggi per sentire finalmente cantare Cristiano. Ma visto che non c’è Festival senza polemiche, aspettiamocene molte per l’omaggio che Luciano Ligabue renderà a Fabrizio De André proprio nella serata in cui suo figlio gareggia come vincitore annunciato del Festival

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Musica

Post Popolari

Scelti per voi

To Top