Connect with us

Musica

Chi è la PFM? Da Impressioni di Settembre a Sanremo 2015

pfm-sanremo-2015La storica formazione della Premiata Forneria Marconi ospite alla serata finale di Sanremo

Anche durante l’ultima serata del Festival di Sanremo 2015 saranno presenti sul palco dell’Ariston degli ospiti davvero eccezionali. In apertura di serata, subito dopo la sigla, la PFM (Premiata Forneria Marconi) darà il benvenuto al pubblico del Festival di Sanremo, con una performance in omaggio a Giuseppe Verdi e dedicata al centenario della prima guerra mondiale, con una loro personale rivisitazione del Nabucco, eseguita insieme ad una delegazione della Banda dell’Esercito Italiano. Un momento musicale probabilmente insolito per il Festival di Sanremo in generale, ma che ben si colloca nel quadro di questa edizione 2015 targata Carlo Conti, che ha aperto le porte e strizzato l’occhio anche a generi musicali profondamente differenti dal classico stile sanremese, cercando di avvicinarli al grande pubblico televisivo. La presenza di chi come la PFM ha fatto davvero la storia del rock in Italia  sul palco dell’Ariston forse è un segnale della volontà di questo Festival di essere per prima cosa un palcoscenico aperto per la musica, di alto livello, a prescindere dalle differenze di genere o di stile musicale. E d’altra parte, se si tratta di sperimentazione in fatto di musica, come non riservare un posto d’onore a chi, come la PFM, negli anni ha fatto di questo concetto il tratto distintivo della sua carriera?

La PFM al centro della storia della grande musica italiana

Il primo nucleo della PFM si è formato nel 1969: allora si chiamavano I Quelli, c’erano già Franco Mussida alla chitarra ed alla voce e Franz di Cioccio alla batteria ed alla voce. Gli altri componenti del gruppo erano Flavio Premoli, Giorgio Piazza e Mauro Pagani, presente in questi giorni al Festival di Sanremo come direttore d’orchestra di Nina Zilli. Il gruppo cominciò a farsi strada nel panorama della musica rock, ed in particolare della musica progressive anni 70 sia in Italia che all’Estero; l’incontro fondamentale, però fu quello con Fabrizio De Andrè, che li scelse per accompagnarlo in una serie di tour. Alcuni tra gli arrangiamenti più belli e più famosi delle canzoni di Fabrizio De Andrè portano proprio la firma della PFM, che tra le altre cose ormai da anni porta in giro per l’Italia il suo personale tributo al grandissimo cantautore genovese, con la sua versione dell’opera La Buona Novella. La formazione attuale della PFM è composta, oltre che da Mussida e Di Cioccio, anche da Lucio Fabbri al violino, tastiere e chitarra , Patrick Djivas al basso, Alessandro Scaglione alla tastiera: tutti musicisti di elevatissimo livello e spessore.

PFM al Festival di Sanremo: una partecipazione insolita all’insegna della grande musica

E’ veramente un appuntamento da non perdere quello di questa sera al Festival di Sanremo, dove sarà presente in apertura la PFM, eseguendo il Nabucco in una versione tratta dall’ultimo album PFM in Classic – da Mozart a Celebration. Siamo davvero curiosi di vedere quale riscontro avrà presso il pubblico sanremese la presenza di una band probabilmente molto poco televisiva, ma indiscutibilmente unica nel panorama musicale italiano.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Musica

Post Popolari

Scelti per voi

To Top