Connect with us

News

#CheerioChallenge: la nuova sfida tra i papà impazza sul web

CheerioChallengeChe cos’è la #CheerioChallenge?

Un neonato che dorme beato e tranquillo: ecco il momento migliore per ogni papà per fare piccoli scherzi al proprio piccolino. Dopo le secchiate di acqua gelida (ricorderete senz’altro l’Ice Bucket Challenge) sul web spopola una nuova sfida, tutta al maschile: costruire una torre di cereali – i famosi Cheerios, appunto – il più alta possibile. Fin qui nulla di strano. Ciò che ha fatto diventare virale la sfida è il posto in cui la torre deve essere costruita: non su un semplice e banale tavolo, bensì sul proprio cucciolo che fa la nanna! Ed ecco che su nasini, guanciotte e braccia dei bimbi spuntano improvvisamente torri alte anche 20 Cheerios. I sorrisi sono assicurati!

Come nasce la #CheerioChallenge

La sfida nasce dal blog Life of Dad, in cui per la prima volta è apparsa una foto di una torre di 5 Cheerios in bilico su un piccolo neonato che dorme tranquillo ed ignaro di tutto. Al lancio della sfida “Sapete fare di meglio?” una schiera di papà ha risposto postando le foto delle loro costruzioni di cereali, rigorosamente su bimbi addormentati. E come spesso accade sul web, la gara è diventata virale, coinvolgendo migliaia di papà in ogni parte del mondo.

La #CheerioChallenge spopola nel giorno della festa del papà

Una sfida tutta al maschile quella della #CheerioChallenge, che diventa virale proprio nel giorno in cui per i Paesi non cattolici si festeggia la festa del papà. Mentre in Italia infatti la festa del papà è per tradizione il 19 marzo, in America ed in molti altri paesi la festa cade la terza domenica di giugno. La prima festa del papà fu celebrata il 19 giugno 1910 su insistenza di una donna americana, la signora Sonora Smart Dodd, che desiderava festeggiare i padri proprio come venivano festeggiate le madri. Cade quindi a pennello la #CheerioChallenge, che, a 106 anni dalla prima festa, rende merito ai papà più simpatici del web.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top