Connect with us

Cinema

Checco Zalone, lite a Pomeriggio5 durante la presentazione del nuovo film Sole a Catinelle

checco zaloneChecco Zalone, a Pomeriggio 5 per presentare Sole a Catinelle litiga con la giornalista che lo sta intervistando

Ieri a Pomeriggio 5 ci sono state scintille durante la presentazione del nuovo film di Checco Zalone, Sole a Catinelle. Il comico, infatti, aveva deciso di abbandonare per qualche minuto il suo personaggio dell’ignorante sgrammaticato, sfoggiando davanti all’intervistatrice Marika Dell’Acqua ed al pubblico di Canale 5 un pò della sua cultura: Luca Medici, è questo il vero nome di Checco Zalone, infatti, ha un diploma al Conservatorio, ed una laurea in Giurisprudenza, accantonate in nome della comicità ruspante ed alla buona che tanto piace al pubblico italiano. In uno slancio di erudizione, nel corso dell’intervista Zalone definisce il titolo del suo film si potrebbe un ossimoro, vale a dire una figura retorica che prevede nella stessa frase la presenza di una parola e del suo contrario. A voler proprio essere precisi e fedeli alle regole della retorica, l’ossimoro vero e proprio nella frase non c’è…e la giornalista lo fa notare scherzosamente a Zalone, che però, a quanto pare, ieri pomeriggio aveva deciso di non stare allo scherzo, e di volersi presentare a tutti i costi come una persona colta. Il battibecco non si ferma, e va avanti per tutta l’intervista.

Checco Zalone sa usare i congiuntivi meglio dei giornalisti di Pomeriggio 5? Così dice.

Si va avanti così per tutta l’intervista. La giornalista di Pomeriggio 5 continua a prendere in giro Zalone, dicendo che proprio non ci sta a farsi prendere in giro da uno che non sa usare i congiuntivi. E Zalone ribatte dicendo che lui i congiuntivi li sa usare eccome, anche grazie a delle eccellenti scuole elementari: “Io lo so usare il congiuntivo, ragazza. Questo sembra un lavoro stupido, invece ci si sofferma tanto a fare queste caz…ine che facciamo. Alle scuole elementari ero molto bravo, anche io prendevo 10. Alle scuole medie una parabola scendente. Si dice scendente?”. Intervista semiseria, dunque, ed alla fine non si capisce chi sia il vincitore e chi il vinto di questo battibecco, in cui nessuno vuole fare la figura dell’ignorante, ma in cui forse entrambi fanno un pò la figura dei saccenti…d’altra parte Checco Zalone è una macchietta che tanto ricorda l’italiano medio degli ultimi anni: furbetto, un pò ignorante, con troppe manie di grandezza e troppa televisione nella testa. Una televisione che, per la verità, l’ossimoro non sa neanche dove stia di casa, e del congiuntivo si è completamente dimenticata.

Una polemica ben costruita per fare pubblicità al nuovo film di Checco Zalone?

D’altra parte, l’intervista di ieri pomeriggio serviva per promuovere l’uscita nelle sale cinematografiche di Sole a Catinelle, il nuovo film di Checco Zalone. E se c’è una cosa che ormai tutti gli operatori del mestiere sanno molto bene, è che niente attira l’interesse del pubblico come una bella polemica costruita ad arte..ed allora, se vi piace il genere, andate tutti al cinema a vedere il film di Checco Zalone. Che nei suoi film è un ignorantone di prima categoria, ma almeno il congiuntivo in teoria sa cos’è. O almeno, così dice.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cinema

Post Popolari

Scelti per voi

To Top