Connect with us

News

Checco Zalone accusato di plagio: la difesa dell’attore

Checco-ZaloneChecco Zalone accusato di plagio per Sole A Catinelle

Checco Zalone è stato accusato di plagio per la trama del suo film campione d’incassi Sole A Catinelle. A diffondere la notizia è stato lo stesso attore pugliese dal proprio profilo Facebook, dove ha pubblicato il testo dell’esposto alla procura di Taranto redatto dell’avvocato dell’accusatore. Checco Zalone sarebbe stato accusato da un giovanissimo scrittore tarantino, appena ventiduenne, il cui manoscritto avrebbe alcuni punti in comune con Sole A Catinelle. In realtà la parte del contendere riguarda soltanto la parte iniziale del film, quella in cui Checco Zalone veste i panni di un lavoratore porta a porta. Lo stesso esposto della procura di Taranto recita: “Dalla computazione dei due lavori emergerebbero almeno tre atti che possono definirsi individualizzanti dell’opera stessa: 1) la scena del protagonista che ricerca le offerte di lavoro su un giornale; 2) la professione di venditore porta a porta; 3) il divieto di accesso dei consulenti porta a porta”.

Checco Zalone si difende con ironia sulla propria pagina Facebook

Checco Zalone avrebbe dunque plagiato il manoscritto depositato alla SIAE dal giovane tarantino nel giugno del 2012, un anno e mezzo prima dell’uscita nelle sale cinematografiche di Sole A Catinelle. Il film però prende solo spunto dal mestiere di porta a porta del protagonista, incentrandosi sul viaggio che quest’ultimo compie con il figlio. Per questa ragione l’attore pugliese ironizza sul suo profilo Facebook e scrive: “Quindi cari sceneggiatori, se scrivete una storia in cui il protagonista alla fine muore, sappiate che i diritti sono dei sig. Marco, Matteo, Luca e Giovanni.” Zalone dunque ironizza sulla forzatura dell’esposto e pubblica il testo di quest’ultimo per poter lasciare l’interpretazione ai suoi fan.

Checco Zalone e l’accusa di plagio: ora spetta alla procura

Sole A Catinelle è stato l’ultimo film campione di incassi di Checco Zalone dopo Cado Dalle Nubi e Che Bella Giornata. I film in questione non sono mai stati diretti da Zalone, ma dal regista Gennaro Nunziante che insieme all’attore e comico pugliese ha curato la sceneggiatura delle tre pellicole. Ora spetta alla procura di Taranto esprimere l’ultima parola sulla vicenda.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top